Grandi Capacità… PER Chi se le sa godere!

TRACCIA AUDIO IN FONDO AL TESTO

Salve a tutti,
dal 17 al 22 novembre il Sole impulsa il suo magnifico splendore dall’esagramma 14: la Porta delle capacità; Grandi Possedimenti.
Anche se mi rendo conto di essere un pò tecnico per chi non è affine a Human Design ma questa è una porta del Centro Sacrale, e non una porta qualunque ma la porta che sprigiona il potere fecondo/creativo del Sacrale nella sua massima esaltazione. Ed è la prima di una serie di 4 porte consecutive (14, 34, 9 e 5) che si susseguono in questo periodo dell’anno lungo il Mandala del Rave (la Ruota della Vita secondo Human Design).
Considerando che siamo nel Quarto della Mutazione dove il proposito si attua attraverso lo Spirito questo ci conduce a due interessanti riflessioni:
1. L’energia del Centro Sacrale che determina la tipologia energetica dei Generatori, ed è il motore che genera energia per fare, è un’energia connessa allo Spirito e che ha come proposito un “fare di Spirito”, usare l’energia con Spirito ovvero con appagante e potenziante Soddisfazione nel fare quello che si fa… nell’essere quello che si è chiamati ad essere in risposta alla Vita.
Un insegnamento fondamentale da imprimerci nelle cellule specie per i Generatori che sono qui ad essere quello che fanno: essere e fare connessi al proprio Sé. Questa non è un’energia impiegata tanto per tirare a campare creando la schiavitù legalizzata che si sta imponendo in questo sistema sempre più alienato dalla vita ma è un’energia “sacra” che potenzia, libera e dona Vita e con questa frequenza – solo con questa frequenza (si spera consapevole) – va utilizzata, onorata e celebrata in risposta alla Vita che la determina e guida.
2. per circa 3 settimane siamo condizionati dal Programma Evolutivo a vibrare con questo tipo di energia ovvero ad utilizzare la nostra energia, i nostri potenziali, le nostre capacità… la nostra vita… con Spirito. O no. Come sempre dipende solo da noi: dal grado di ascolto ai nostri più intimi autentici bisogni.
Usiamo correttamente ovvero con soddisfazione la nostra energia, la nostra Vita!

Come ho già avuto modo di condividere nelle precedenti pubblicazioni mi piace osservare la logica della sequenza con cui si susseguono le porte/gli esagrammi nel Mandala del Rave. Contemplando questo “portale” possiamo davvero comprendere tantissimo della misteriosa logica della meccanica della vita.
Vi ricordate – Ti ricordi – che negli scorsi giorni i transiti ci invitavano a strutturare un nuovo modo di concepire noi stessi, la realtà?
Ebbene, subito dopo i transiti ci chiamano già a MANTENERE L’ASCOLTO INTERIORE e dare energia a queste nostre individuali rivoluzionarie Visioni.
Siamo chiamati a dare il nostro individuale autentico contributo creativo.
Una volta che abbiamo la nostra chiara Visione Interna di cos’è la vita e come la concepiamo… la Vita stessa si offre a noi e si plasma al nostro servizio e noi al suo. Nel momento in cui noi determiniamo, decidiamo col nostro Sé il COME viviamo – mettendo il nostro Spirito nella Forma – la Vita ce lo mostra, ce lo rivela (così com’è stato per l’Eden, il Paradiso Terrestre).
A quel punto non c’è più limite né confine tra noi e la vita. Siamo Tutt’Uno come una goccia nel mare e un’onda nell’oceano.
Siamo qui a contribuire ad una nuova forma di vita: una vita sempre più consapevole di sé stessa.
Di fatto quanto dico decidiamo col nostro Sé non c’è certo da fraintendere questo tipo di decisione come una comune scelta mentale ragionata in base ad un’aspettativa o convenienza o paura. Decidere col nostro Sé significa arrenderci alla Vita e accettare/accogliere che non abbiamo altra scelta che seguire il flusso che la vita ci propone (noi attiriamo) attraverso l’unicità meccanica del nostro bio-veicolo. Esattamente ciò che ci insegna la natura dei Generatori rispettando e seguendo il Centro Sacrale che di fronte ad una decisione non filosofeggia, ragiona, calcola o razionalizza ma può solo dire Sì o No in risposta a quello che c’è.
Una verità che non è minimamente “ragionata” ma solo “ascoltata”/”sentita” e manifestata. In Risposta alla Vita.

Eppure questa risposta non è automatica come una foglia mossa dal vento 🍂 ma contiene in sé la capacità di scelta nella consapevolezza di ciò che sta accadendo. Noi siamo foglie 🍃 che non hanno il potere di far cessare il vento né determinarne la direzione ma possono scegliere COME farsi muovere e danzare col vento, creando – insieme – un’armoniosa coreografia che non li mostra come due cose casuali, differenti e in contrapposizione ma come un unico coordinato movimento sensato e armonioso, funzionale e divino. Un unico immenso organismo perfettamente funzionante dove ognuno è perfettamente funzionale nella sua unicità e contribuisce alla funzionalità del Tutto che è Bellezza. Una Bellezza generata dall’energia di unione che si sprigiona dall’Amore, dallo Spirito che permea tutte le cose. Anche noi chiaramente siamo permeati da tutto questo… quando ce lo concediamo.
Perché lo Spirito, l’Amore c’è in potenza ma non è gratuito; chiede il nostro impegno: il nostro sentito chiaro consenso. Come la Libertà, la Pace, la Gioia.
Lo Spirito c’è ma non è scontato che lo riconosciamo e lo manifestiamo. Lo Spirito per manifestarsi necessità del nostro Sì, il nostro abissale Sì: la nostra profonda Verità. Come la Libertà, la Pace, la Gioia.
Lo dobbiamo volere. Dobbiamo esserne consapevoli.
Dobbiamo voler vivere. Dobbiamo esserne consapevoli di vivere: dell’immenso dono del vivere e di esserne consapevoli co-creatori.
Per inciso quando parlo di “dobbiamo”, “dobbiamo volere” non sto certo facendo riferimento ad un senso del dovere o ad un’auto-imposizione.
La vita non è dovere e non è obbligo e non è sforzo.
La Vita è impegno. Impegno come lo è la Soddisfazione, la Creazione, il Successo, la Libertà, la Pace, la Gioia.

Ricordiamocelo nella nostra quotidianità. Come ricordiamoci che ogni forma di potenziamento che otteniamo nella nostra vita nel momento in cui siamo connessi al nostro Sé, alla nostra Verità e infondiamo Spirito in quello che facciamo… stiamo potenziando anche le persone, l’ambiente, le situazioni con cui interagiamo. Ognuno di noi ha abilità, capacità, talenti, risorse da mettere in gioco e condividere: per sé e per Tutti in quanto l’energia è sempre in funzione del Bene Comune.
Quando siamo allineati con il nostro proposito e lo concretizziamo in un progetto, in un lavoro che amiamo naturalmente contribuiamo a generare abbondanza, ricchezza, prosperità: per noi stessi e per gli altri. La nostra creatività individuale sostiene e potenzia la Creatività collettiva: né determina la Direzione e la Diffusione.
Per questo la nostra energia non può essere sottovalutata, data per scontata o usata in modo improprio ovvero senza Spirito.
Sprecare, usare scorrettamente la nostra energia – inteso le nostre risorse, il nostro tempo, i nostri soldi – è un vero peccato: per noi stessi e per gli altri.

È necessario impegnarci a riconoscere il valore della nostra energia (risorse, tempo, vita) e non lasciarla dominare, non lasciarci dominare e abusare dalle Autorità Esterne, in primis dalla nostra mente identificata, dal nostro ego, dal nostro Non sé: l’anti-Spirito.

È opportuno anche ricordare, come enunciato nella linea 1 della Porta 14 che costituisce il fondamento di tutto l’esagramma che… «i soldi non sono tutto».
La ricchezza, l’abbondanza le grandi capacità non hanno minimamente a che fare con i soldi ma con lo Spirito: col proposito di Spirito con cui agiamo.
È lo spirito che ci permette di agire le grandi capacità che sono GRANDI sempre in funzione del Bene Comune (che per chiarezza si può correttamente esprimere solo attraverso l’espressione della propria unicità senza identificarci e perderci in altro).

Ascoltiamo, seguiamo e fidiamoci della nostra energia infondendola in ciò che ci piace, che amiamo, che sentiamo che ci potenzia, ci nutre, ci fa sentire in pace, in armonia con noi stessi e col tutto. Questa è la Direzione da seguire per l’Abbondanza: l’Unica possibile se vogliamo liberarci dalla tirannia del Non sé che rende misere le nostre esistenze spargendo frustrazione anziché soddisfazione nel momento in cui ci lasciamo guidare dalle paure e dall’ego.
Un Non sé che – ricordo – ha il potere di farci stagnare nella frustrazione, nella miseria e nella sofferenza solo perché noi stessi lo permettiamo lasciandoci dominare dagli automatismi della mente pigra e pavida anziché agire responsabilmente infondendo Spirito/Consapevolezza/Presenza/Amore nelle nostre decisioni.

Come abbiamo visto nel transito precedente… la realtà è determinata dal COME la osserviamo.
Tutto dipende da noi: da COME vediamo la realtà e sappiamo utilizzare le risorse che ci sono state donate.

Non c’è da disperati se non hai lavoro o non stai facendo quello che ti piace.
Fermati dove sei e ascoltati. Non ti serve un lavoro, non di certo una schiavitù legalizzata. Ti serve un proposito di Vita.
Quando hai il proposito di vita il lavoro, il modo di manifestare nel concreto il tuo proposito, ti arriva.
Non è il lavoro o il giusto lavoro o i soldi o il tempo che ti manca. È il proposito.
Chi sei? Cosa sei qui a fare? Che contributo puoi dare alla tua vita, agli altri, al tutto?
Stai vivendo veramente la tua vita utilizzando al meglio le tue risorse?
O ti stai nascondendo dietro maschere e mascherine?

Stai con quello che ti piace; vivi con quello che ti soddisfa; fai quello che ti riesce facilmente e ti senti naturalmente predisposto a fare.
Lì c’è quello che cerchi. lì c’è la tua Vita. Riconoscilo ed investici tutta la tua attenzione ed energia.
Vedrai che i risultati, la soddisfazione non tarderanno ad arrivare.
PAZIENZA E FIDUCIA. In te stesso.

Buon uso consapevole della tua sacra energia.

Individualmente Insieme

L'accumulo e la conservazione del potere attraverso un'interazione esperta, unendo la grazia al controllo.
- Porta 14, I Ching del Rave -
Just Now 17.11.23
Condividi su:

Ti potrebbe interessare anche:

Il valore della famiglia e la famigliarità dei valori

Salve a tutti, dal 24 febbraio all’1 marzo il Sole visita l’Esagramma 37: la Porta dell’Amicizia; la Famiglia. Accompagnata dalla porta polare 40 con cui insieme definiscono il Canale della Comunità: il disegno di una parte che cerca il tutto. In questi giorni, per aiutarci a fare chiarezza su come procedere, affiorano le tematiche che […]

LEGGI TUTTO

Ambiziosa Epifania

TRACCIA AUDIO IN FONDO AL TESTO 🔊 Salve a tutti, dal 6 all’11 gennaio il Sole ci guida dall’esagramma 54: la Porta dell’Ambizione; la fanciulla che si sposa. Come già annunciato, in queste settimane proseguono i transiti delle porte dei centri di pressione, in particolare del Centro della Radice: il centro della spinta esistenziale. Questo […]

LEGGI TUTTO

Capacità dell’Essere: saper stare nel Vuoto; Essere Vuoto.

TRACCIA AUDIO IN FONDO ALL’ARTICOLO  Salve a tutti, dalla tarda sera del 16 al primo mattino del 22 novembre il Sole dimora nell’Esagramma 14: la Porta delle Capacità; Grandi Possedimenti. In questi giorni gli Esagrammi dell’asse Sole/Terra e dei Nodi Lunari formano insieme due canali (2/14 e 1/8) che formano la colonna vertebrale del Corpo […]

LEGGI TUTTO

Iscriviti alla newsletter

clicca qui e controlla in spam e promozioni.

17/19 Maggio - Padova
Corso di base di Human Design
in presenza e online