Fidati del tuo processo

Sei unico
Non hai scelta
Ama te stesso
Ama la tua unicità
e lasciati guidare verso l’UNO.
Tutti infine lì siamo destinati ad arrivare; Essere.

Se la mia energia non ti sveglia non sono per te,
se il mio spirito non ti ispira non forzare la connessione,
se la mia mente non ti fa pensare più a fondo, non ha senso che tu mi abbia nei tuoi pensieri
Se la mia passione non ti muove allora sarà meglio cambiare direzione,
se la mia presenza non ti aiuta ad evolvere lo farà sicuramente la mia assenza,
Se il mio amore non apre il tuo cuore sicuramente un altro amore lo farà,
vai e trova ciò che fa vibrare il tuo essere,
non fermarti nemmeno per guardare indietro.
Uno degli atti d'amore più grandi è lasciare andare, la vibrazione non mente.
Fidati del tuo processo.

- Da In Xochitl in Cuicatl -
Condividi su:

Ti potrebbe interessare anche:

L’inferno dei viventi

“L’inferno dei viventi non è qualcosa che sarà; se ce n’è uno, è quello che è già qui, l’inferno che abitiamo tutti i giorni, che formiamo stando insieme. Due modi ci sono per non soffrirne. Il primo riesce facile a molti: accettare l’inferno e diventarne parte fino al punto di non vederlo più. Il secondo […]

LEGGI TUTTO

L’Ego: nemico o alleato?

In questi giorni l’attenzione va posta ai ruoli nel collettivo [n.d.r. in riferimento al transito del 6 agosto 2023 ma da considerarsi un’informazione sempre valida non solo in funzione di un determinato periodo dell’anno]. In particolare al ruolo che assumiamo nelle nostre relazioni. Il che ci porta a relazionarci inevitabilmente con il nostro passato e […]

LEGGI TUTTO

Questa strada ha un cuore?

“Ogni strada è soltanto una tra un milione di strade possibili. Perciò dovete sempre tenere presente che una via è soltanto una via. Se sentite di non doverla seguire, non siete obbligati a farlo in nessun caso. Ogni via è soltanto una via. Non è un affronto a voi stessi o ad altri abbandonarla, se […]

LEGGI TUTTO

Lo scopo della lettura

“Ho letto moltissimi libri, ma ho dimenticato la maggior parte di essi. Ma allora qual è lo scopo della lettura?” domandò un allievo al suo Maestro. Il Maestro non gli rispose e gli disse di avere sete e chiese al ragazzo di prendergli dell’acqua usando un vecchio setaccio tutto sporco che era lì in terra. […]

LEGGI TUTTO

Iscriviti alla newsletter

clicca qui e controlla in spam e promozioni.