I quattro Tipi

Per poter meglio apprezzare le informazioni a seguire – e farne buon uso pratico – consiglio di conoscere la tua Rave Chart (Corpo Grafico) e scoprire così le caratteristiche del bio-veicolo che hai scelto per fare questa esperienza di vita.
Se non hai già ricevuto la tua Lettura Individuale di base e non conosci la tua Tipologia, la puoi visualizzare su numerosi siti che trattano di Human Design o scaricare le varie applicazioni gratuite sullo smartphone.

Secondo lo Human Design l’intera popolazione mondiale è divisa in quattro tipologie in accordo a quattro diversi tipi di bio-veicoli che hanno specifici modi di operare energeticamente.

Due tipologie sono energetiche e due non-energetiche.
Chiaramente tutto è energia e questa distinzione vuole solo indicare che ci sono individui incarnati in bio-veicoli che hanno la capacità fissa, consistente e affidabile di generare e/o manifestare energia e ci sono altri individui che hanno scelto di incarnarsi in bio-veicoli che non hanno questa determinata capacità e per questo ne hanno sviluppate altre.

Ogni bio-veicolo è determinato da una particolare aura (campo elettromagnetico che lo circonda) che comporta tematiche specifiche del Sé e Non Sé.

Importante sapere che la meccanica aurica è il segreto che sottende ogni tipologia in quanto né rappresenta e veicola l’essenza; il campo aurico è la nostra forma prima e – a livello sottile – più potente di comunicazione da cui trasmettiamo e riceviamo informazioni in ogni istante.

È un po’ come un campo wireless dove noi siamo il modem: emettiamo ed attiriamo informazioni 24h su 24h.

Il nostro compito è far agire la nostra aura – la nostra essenza – senza interferire.

Riuscire a utilizzare il potenziale dell’aura è possibile attraverso la nostra Strategia.

Il nostro compito è far agire la nostra aura - la nostra essenza - senza interferire.

Le due chiavi fondamentali di Human Design: Strategia e Autorità

I pilastri essenziali su cui si regge tutta la vasta conoscenza di Human Design, nonché le due chiavi fondamentali per il processo individuale di decondizionamento mentale attivato durante la Lettura Individuale di base sono: Strategia e Autorità.
Sono queste le chiavi che nella pratica rendono possibile l’allineamento al nostro proposito esistenziale: Ricordo di Sé.

La Strategia è determinata dalla tipologia di appartenenza del nostro bio-veicolo ed è il modo con cui lo possiamo usare correttamente evitando inutili resistenze supportando il processo creativo di auto-realizzazione del nostro autentico Sé.
È la modalità che ci permette di far fluire correttamente l’energia nel nostro bio-veicolo per predisporci a contattare la nostra Autorità.

L’Autorità è la sede individuale della nostra verità: quell’aspetto in noi fisso, consistente e sempre affidabile (che in nessun caso può essere la mente) incaricato di prendere corrette decisioni nella vita in base al nostro Sé.
 

Tipologie energetiche

 

Manifestatori – 9% circa della popolazione

Disegnati per essere in grado di manifestare in autonomia la loro energia, avere un impatto nelle interazioni e iniziare nuovi originali processi.
Spiriti liberi che non possono né vogliono essere controllati.
Per manifestare liberamente la loro creativa unicità in pace (Sé) hanno bisogno di seguire la loro Strategia (sociale) di informare prima di agire così da evitare resistenze che li inducono a sperimentare un’inconsapevole rabbia distruttiva (Non Sé).
Lupi solitari“, incontrollabili selvagge “forze della natura” che hanno bisogno del loro spazio di azione in società così come di ritirata solitudine quando sono saturi di interferenze esterne e hanno bisogno di concedersi la loro profonda vulnerabilità.
Più i manifestatori si riposano nella loro vera natura, più potente diventa la loro voglia di essere liberi.

Se il tuo bio-veicolo è quello di un Manifestatore sei qui per arrenderti alla libertà.

Iniziare è il tuo contributo evolutivo.

Caratteristiche meccaniche: Centro della Gola definito collegato – direttamente o indirettamente – ad uno o più centri motori e Centro sacrale aperto/non definito

Meccanica aurica: aura chiusa e respingente/repulsiva

Tematica del Non Sé: rabbia

Strategia: informare prima di agire (non significa chiedere il permesso)

Tematica del Sé: pace (assenza di resistenze)

Parole chiavi: manifestare, iniziare, libertà, autonomia, indipendenza, impatto, azione, solitudine, no limit

Domanda esistenziale: su chi ho impatto? Qualcuno verrà mosso dal mio impatto?

Tre possibili tipi di Autorità Interna: Emozionale, Splenica, dell’Ego

Bambini Manifestatori: necessitano di avere una sana quantità di libertà e movimento. Importante educarli a chiedere il permesso in modo che comprendano fin da piccoli di non dare per scontato l’altro per poter in seguito abituarsi a informare prima di agire. Attenzione a non esercitare un eccessivo controllo sui bambini Manifestatori per non indurli a ribellarsi (manifestare rabbia all’esterno) o diventare passivi (implodere nella propria rabbia). Non spingerli a fare e a coinvolgersi forzatamente con altri. Lasciarli agire (nel rispetto della propria unicità di genitore).
Informarli del perché di certe scelte senza liquidarli con un “perché sì” o “perché no”. Garantire ampio spazio al riposo e non pretendere da loro ritmi generativi. Dare loro la possibilità di ritirarsi nel loro spazio, da soli quando hanno bisogno di avere il “campo (aurico) libero”.

Manifestatori famosi: Ra Uru Hu, Gustavo Adolfo Rol, Elisabeth Kubler-Ross, J.R.R. Tolkien, J. K. Rowling, Hermann Hesse, J. Krishamurti, Yogananda ParamahansaAdolph Hitler, Mao Tsee-tung, George Bush, Orson Welles, Susan Saradon, Al Pacino, Robert De Niro, Jack Nicholson, Johnny Deep, Frida Kahlo, Mike Tyson, Fiorella Mannoia, Sophia Loren, Julianne Moore, Jennifer Aniston, Susan Sarandon, Franz Kafka, Tim Robbins, Bruce Springsteen, Adele, Vladimir Putin

Generatori – 68% circa della popolazione

Disegnati per fare. Fare, fare, fare: fare figli, fare lavoro. Dove figli e lavoro sono energeticamente la stessa cosa. Intendendo per lavoro la sacra attività dove investire e celebrare la propria creativa energia (generata dal loro Centro Sacrale definito).
Sono chiamati a contattare ed esprimere la loro energia fertile e creativa per creare in risposta alla Vita – incarnarla! – aspettando a rispondere a ciò che loro stessi attirano con la loro avvolgente aura attrattiva. Sono qui per rispondere con gioia agli stimoli seguendo l’affidabile voce della loro disponibilità energetica che non filosofeggia, né razionalizza, né valuta, né si perde in fantasiosi voli pindarici ma dice/mugugna solo due cose: Mh…mh (Sì)/Uhn…uh (No).
Seguendo questo semplice codice binario i Generatori accedono alla soddisfazione (Sé) e così trovano risposta alla loro domanda esistenziale: Chi sono io? E la risposta è semplicissima: Tu sei quello che stai facendo in questo momento!
Poiché per loro essere e fare sono la stessa cosa, essere soddisfatti di ciò che fanno, di come usano la loro energia è la priorità per loro.
Tutto quello che fanno è sempre in funzione di rispondere alla domanda: Chi sono io? Come posso usare la mia energia per godermi la vita e co-creare?
Quando invece di aspettare per rispondere nella fiducia di ciò che attirano prendono iniziative assecondando paure mentali, escono dal flusso che naturalmente li porta alla soddisfazione e finiscono per imbattersi nella frustrazione (Non Sé).

Se il tuo bio-veicolo è quello di un Generatore sei qui per arrenderti all’adesso.

Costruire, creare è il tuo contributo evolutivo.

Generatori Puri – 36% circa della popolazione

Caratteristiche meccaniche: Centro Sacrale definito

Meccanica Aurica: aura aperta, avvolgente, attrattiva (AAA)

Tematica del Non Sé: frustrazione

Strategia: aspettare per rispondere

Tematica del Sé: soddisfazione

Parole chiavi: fare in risposta, creare, generare, vita, lavoro, perseveranza, sacralità

Domanda esistenziale: chi sono io?

Due possibili tipi di Autorità Interna: Emozionale, Sacrale

Bambini Generatori: importante non dare per scontato la loro energia e fare loro domande semplici che prevedano come risposta un “ah-ah”, “mh-mh” (Sì) o un “uhn-uh” (No) per allenare il loro mugugno sacrale (la voce della loro disponibilità energetica) e prenderne confidenza e fiducia senza vergognarsi di questi suoi “sacri” suoni.
Essenziale interagire con loro ponendo domande semplici e stimoli creativi.
Incoraggiarli e abituarli a rispondere col mugugno senza forzarli a rispondere subito con parole e frasi usando la mente.
Lasciarli liberi di utilizzare la loro energia in ciò che li soddisfa e metterli a letto quando la loro pila sacrale è scarica. Rispettare i loro tempi.

Generatori famosi: Mahatma Gandhi, Dalai Lama, Padre Pio, Albert Einstein, Walt Disney, Ryke Geerd Hamer, Elvis Presley, Bill Clinton, Meryl Streep, Carl Jung, Madonna, Greta Garbo, Celine Dion,  Meg Ryan, Mozart, Luciano Pavarotti, John Lennon, Eddie Murphy, Robin Williams, Mel Gibson, Dustin Hoffman, Bruce Willis, Julia Roberts, Sharon Stone, Russel Crowe, Steve Jobs, Bill Gates, Franco Battiato, Stanley Kubrick, Alfred Hitchcock, Salvatore Brizzi, Giovanni Falcone, Stephen Hawking, Margherita Hack, Audrey Hepburn, Oprah Winfrey, Beppe Grillo, Jim Carrey, John Belushi, Truman Capote, Al Capone, Monica Bellucci, Umberto Eco, Toni Servillo, Gigi Proietti, Giorgio Gaber, Moana Pozzi, Luciana Littizzetto, Franco Battiato

Ci sono Generatori cosi detti Puri e Generatori Manifestanti.
In quanto Generatori hanno entrambi un Centro Sacrale (fonte dell’energia) definito sicché entrambi sono disegnati per rispondere alla vita.
La differenza è che i Generatori Manifestanti hanno uno o più motori collegati alla Gola (Centro della Manifestazione). Questo conferisce loro un’autonomia nella manifestazione della loro energia e un impatto (simile a quello dei Manifestatori) che li rende meccanicamente più rapidi nell’agire la risposta: per questo appaiono più efficienti e multitasking, così come più impulsivi, impazienti e con maggior propensione all’aggressività.
I Generatori Puri non hanno l’impatto dei Generatori Manifestanti ma la perseveranza del seguire la loro risposta li porta comunque inesorabilmente nel tempo a manifestare la loro unicità in attento ascolto dei loro suoni sacrali.

Generatori Manifestanti – 32% della popolazione

Caratteristiche meccaniche: Centro Sacrale definito e Centro della Gola definito collegato – direttamente o indirettamente – ad uno o più centri motori

Meccanica Aurica: aura aperta, avvolgente, attrattiva (AAA)

Tematica del Non Sé: frustrazione e rabbia

Strategia: aspettare per rispondere e informare prima di agire

Tematica del Sé: soddisfazione e pace (assenza di resistenze)

Parole chiavi: manifestare in risposta, fare, agire, creare, generare, vita, lavoro, efficienza, sacralità, potere

Domanda esistenziale: chi sono io?

Due possibili tipi di Autorità Interna: Emozionale, Sacrale

Bambini Generatori Manifestanti: importante non dare per scontato la loro energia e fare loro domande semplici che prevedano come risposta un “ah-ah”, “mh-mh” (Sì) o un “uhn-uh” (No) per allenare il loro mugugno sacrale (la voce della loro disponibilità energetica) e prenderne confidenza e fiducia senza vergognarsi di questi suoi “sacri” suoni. Domande semplici e stimoli creativi a cui rispondere.
Incoraggiarli e abituarli a rispondere col mugugno senza forzarli a rispondere subito con parole e frasi usando la mente.
Lasciarli liberi di utilizzare la loro energia in ciò che li soddisfa e metterli a letto quando la loro pila sacrale è scarica. Rispettare i loro tempi e il loro bisogno di muoversi, agire.
Importante educarli a chiedere il permesso in modo che comprendano fin da piccoli di non dare per scontato l’altro per poter in seguito abituarsi a informare prima di agire in risposta.

Generatori Manifestanti famosi: Madre Teresa, Nikola Tesla, Vincet Van Gogh, Bob Dylan, Papa Giovanni Paolo II, Eva Pierrakos, Marie Curie, Nikola Tesla, Clint Eastwood, Sigmund Freud, Roberto Assagioli, Jimi Hendrix, Kurt Cobain, David Bowie, Janis Joplin, Billy Joel, Elton John, Richard Nixon, Martin Luther King, Friedrich Nietzsche, Julie Andrews, Angelina Jolie, Nicole Kidman, Charlie Chaplin, Adriano Celentano, Bruce Lee, Harrison Ford, Keanu Reeves, John Travolta, Kate Winslet, Tom Hanks, Uma Thurman, Bill Cosby, Mario Monti, Mario Draghi, Che Guevara, Lorenzo Cherubini, Sting, Bjork, Paulo Coelho, Tiziano Terzani, Roberto Saviano, Liza Minelli, Hillary Clinton, Donald Trump, Maria Antonietta, Bernardo Bertolucci, Paolo Bonolis, Cesare Cremonini, Usain Bolt, Julian Assange

Tipologie non energetiche

 

Proiettori – 22% circa della popolazione

Disegnati per essere guide naturali.
Non avendo una loro affidabile disponibilità energetica interna la cercano all’esterno e per questo sviluppano un naturale acume per riconoscere differenti tipi di energie/unicità. Questo talento di saper riconoscere l’altro si attiva e funziona correttamente solo quando si sentono riconosciuti come guide e sono invitati formalmente a “proiettare” ciò che sentono con le loro specifiche qualità. Quando si sentono riconosciuti nel loro ruolo accedono al loro dolce successo (Sé) che consiste nel saper aiutare l’altro ad ottenere il suo successo personale: essere se stesso. I Proiettori sono consulenti naturali invitati a riconoscere la propria unicità per aiutare l’altro a riconoscere la sua (Ricordo di Sé).
Sono individui curiosi, intelligenti, sempre focalizzati (spesso sbilanciati) sull’altro in quanto possono conoscere se stessi riconoscendo l’altro: la loro domanda esistenziale è Chi è l’altro? E proprio per questa loro predisposizione alle conoscenze delle meccaniche di funzionamento umano lo studio di Human Design è particolarmente indicato per loro.
Quando invece di aspettare di ricevere il giusto riconoscimento, si identificano col fare e iniziano ad auto-promuoversi e pretendere l’attenzione dell’altro arrogandosi il diritto di spiegargli come vivere, invece che ottimizzare l’energia la fanno disperdere e chiaramente non vengono riconosciuti e non accedono alla disponibilità energetica che naturalmente ne consegue.
Questo fallimento esistenziale della loro missione di guida li fa sprofondare in amarezza e risentimento (Non Sé).

Se il tuo bio-veicolo è quello di un Proiettore sei qui per arrenderti all’Altro.

Guidare (te stesso e l’altro) all’unicità è il tuo contributo evolutivo.

Caratteristiche meccaniche: Centro Sacrale aperto/non definito e nessun motore collegato al Centro della Gola

Meccanica Aurica: aura assorbente, penetrante

Tematica del Non Sé: fallimento nell’amarezza e risentimento 

Strategia: aspettare il riconoscimento attraverso l’invito

Tematica del Sé: dolce successo nell’essere riconosciuto

Parole chiavi: essere, guidare, comprendere, attenzione, presenza, intelligenza, acume, curiosità

Domanda esistenziale: Chi sei tu?

Cinque possibili tipi di Autorità: Emozionale, Splenica, dell’Ego, del Sé (auto-proiettata), Esterna/Mentale

Bambini Proiettori: fondamentale ricordare che un bambino proiettore è molto curioso, intelligente, sensibile e ha bisogno di molta attenzione, riconoscimento, di sana interazione e di essere invitato a conoscere come funzionano le cose.
È opportuno educarli a saper riconoscere chi sono per sentirsi effettivamente riconosciuti dall’altro e accedere al loro dolce meritato successo.
Non avendo il Centro Sacrale definito non hanno la possibilità di rigenerarsi in maniera consistente ed è sano per loro ritirarsi a dormire prima di essere stanchi. Rispettare la loro tipologia non-energetica senza caricarli di aspettative legate al fare e/o farli sentire menomati: tutto è possibile in accordo al proprio sentire. Educarli al sentire: a saper riconoscere i loro limiti e veri bisogni.
Trasmettere loro con esemplare chiarezza, sensibilità e dettagliate spiegazioni sani principi e valori per evitare quanto più possibile eccessi, pretese di attenzione, ricatti e manipolazioni. Insegnarli ad essere intelligenti e non furbi, empatici e non egoisti, qui in mutuo servizio nella corretta/rispettosa interazione con l’altro.

Proiettori famosi: Osho, Nelson Mandela, Woody Allen, Barack Obama, Tony Blair, Silvio Berlusconi, Ringo Starr, Salvador Dali, Benito Mussolini, Iosif Stalin, Fidel Castro, Barbra Streisand, Mick Jagger, James Joyce, John Kennedy, Regina Elisabetta II, Paul McCartney, Andrea Bocelli, Napoleone, Elizabeth Taylor, Alda Merini, Ornella Vanoni, Marilyn Monroe, Demi Moore, Karl Marx, Steven Spielberg, Ron Howard, Principessa Diana, Brad Pitt, George Clooney, Leonardo Di Caprio, Denzel Washington, Nicolas Cage, Halle Berry, Woopi Goldberg, Katharine Hepburn, Goldie Hawn, Rocco Siffredi, Freddie Mercury, Jon Bon Jovi, Roberto Benigni, Diane Keaton, Natalie Portman, Thomas Edison, Walt Witman, Alberto Sordi, Monica Vitti, Antonio Albanese, Fabio Fazio, Berthold Brecht, Sri Aurobindo

Articolo sui Proiettori

 

Riflettori – 1% circa della popolazione

Sono radar naturali in grado di captare le diversità e rifletterle.
Hanno una grande sensibilità per i luoghi e le geometrie e per loro essere nel posto giusto è vitale: solo nel giusto posto, riconosciuti dagli altri per la loro rara ricettività, possono attivare la loro missione: sorprendersi dell’unicità (Sé) e rivelarla.
Sono qui per connettersi con la natura, i messaggi planetari e riflettere come ogni unicità si manifesta in relazione a queste forze.
Questo sviluppa in loro la capacità di discernere ciò che è autentico da ciò che non lo è rendendoli giudici dell’umanità nel rivelarne le ingiustizie: tutto ciò che va contro l’unicità/Leggi Universali.
Sono particolarmente connessi con la Luna e ne seguono i cicli come Strategia per prendere corrette decisioni in accordo alla loro unicità.
Per quanto sempre la decisione più importante per loro è il luogo in cui sono: dove vivono.
Quando non sono consapevoli di come funziona la loro natura e si lasciano condizionare dagli altri si sentono persi, delusi e disillusi dalla vita (Non Sé).

Se il tuo bio-veicolo è quello di un Riflettore sei qui per arrenderti alla tua Esistenza.

Riflettere l’unicità e le proposte del Programma Evolutivo è il tuo contributo evolutivo.

Caratteristiche meccaniche: tutti i nove Centri aperti/non definiti

Meccanica Aurica: aura campionatrice, effetto “teflon”

Tematica del Non Sé: delusione, disillusione

Strategia: aspettare almeno un ciclo lunare (28 giorni)

Tematica del Sé: stupore, sorpresa

Parole chiavi: trascendenza, camaleontico, “anguilloso”, mutevole, ricettivo, sensibile ai luoghi e geometrie

Domanda esistenziale: Chi siete Voi?

Un tipo di Autorità: Esterna/Lunare

Bambini Riflettori: essenziale farli vivere in posti e geometrie giuste per loro. Educarli all’amore per la natura, la sua bellezza, i suoi sorprendenti misteri e curiosità. Non crearli pressione di nessun tipo e abituarli a rispettare i propri tempi anche se sono lunghi e accogliere tutti i cambiamenti come parte del Grande Gioco della Vita.
Indicare loro la Luna come musa ispiratrice e mentore.
Ricordarsi che i bambini riflettori riflettono ciò che accade loro intorno: che questo sia utile per prenderne coscienza e agire di conseguenza. Offrire loro uno spazio in cui potersi ritirare e stare da soli quando ne hanno bisogno per potersi disidentificarsi dalle varie energie accumulate. Educarli a fidarsi della loro ricettività e sapersi schermare dai condizionamenti esterni.

Riflettori famosi: Amma, Uri Geller, Fëdor Michajlovič Dostoevskij, H.G. Wells, Vladimir Horowitz, Robert Greene, Sandra Bullok, Malika Ayane, Giuseppe Conte, Flavio Tosi…

Condividi su:

Ti potrebbe interessare anche:

Le asperità

Non lamentatevi pensando che il destino si accanisca contro di voi e non crediate nemmeno che con una vita facile e tranquilla, sareste più felici. No, con una vita facile, tranquilla, stagnereste: tutto qui. Se volete avanzare e rendervi utili, dovete considerare le cose diversamente. Interrogate la Natura e vedrete quali risposte vi darà. Supponete […]

LEGGI TUTTO

La crisi: pensare o sentire?

✨VIDEO✨ IN FONDO AL TESTO  📹 Salve a tutti, dal tardo pomeriggio del 12 al mattino del 18 marzo il Sole si oscura (o no) nell’esagramma 36: la Porta delle Crisi; l’Oscuramento della Luce. Tema che Nettuno (il Grande Dissolutore – colui che ci insegna ad andare oltre il velo dell’illusione) sta portando nel campo […]

LEGGI TUTTO

Ascoltati e parla di ciò che sai/sei

TRACCIA AUDIO IN FONDO AL TESTO  🔊 Salve a tutti, dal 9 al 14 maggio il Sole struttura la nostra conoscenza dall’esagramma 23: la Porta dell’Assimilazione; Separare. Con la chiave della RICETTIVITÀ (vedi transito precedente) che apre il Quarto della Civilizzazione e ci mette in contatto con la nostra Essenza, con l’altro/il Tutto… siamo chiamati […]

LEGGI TUTTO

Frida Kahlo

Frida Kahlo, all’anagrafe Magdalena Carmen Frida Kahlo y Calderón (Coyoacán, 6 luglio 1907 – Coyoacán, 13 luglio 1954), è stata una pittrice messicana. Frida fu una pittrice dalla vita travagliata. Le piaceva dire di essere nata nel 1910, poiché si sentiva profondamente figlia della rivoluzione messicana di quell’anno e del Messico moderno. La sua attività artistica ha avuto di recente una rivalutazione, in particolare in Europa, con l’allestimento di numerose mostre. Affetta da spina […]

LEGGI TUTTO

Iscriviti alla newsletter

clicca qui e controlla in spam e promozioni.

17/19 Maggio - Padova
Corso di base di Human Design
in presenza e online