HD e transiti planetari

Ci sono più cose in cielo e in terra, Orazio, di quante ne sogni la tua filosofia.
Amleto - William Shakespeare

Nella lucida coscienza dell’arduo compito di illustrare la complessità offerta dal sistema Human Design sento di premettere che questo sistema è inevitabilmente complesso e articolato perché ha l’ambizioso e nobile proposito di spiegare nel dettaglio la complessità meccanica del Mistero che incarniamo come esseri umani.
Ad ogni modo la complessità di questo innovativo e rivoluzionario sistema di auto-conoscenza può essere risolta attraverso la pratica di due semplici chiavi – Strategia e Autorità.
Come dice Ra: “So simple. Yet not easy.” “Semplice. Ma non facile.”

(la verità/l'unicità) È semplice. Ma non facile.
- Ra Uru Hu -

Da diversi anni, in accordo alla mia disponibilità e alle ispirazioni del momento, pubblico la lettura dei transiti sulla base delle informazioni trasmesse da Human Design System: la Scienza del Risveglio.

Con stupore, piacere e gratitudine osservo che un numero crescente di lettori li legge e li apprezza. Grazie di Cuore.
So che in molti conoscete e state già sperimentando Human Design ma tra di voi c’è anche qualcuno che lo ha scoperto di recente.
Così come c’è qualcuno che ancora non lo conosce e in qualche modo risuona con l’informazione o né è semplicemente attratto per curiosità e affinità al tipo di messaggio e linguaggio. Lo stesso termine transiti storicamente appartiene all’astrologia e sta ad indicare il movimento dei pianeti e il loro influsso energetico su di noi attraverso forze archetipiche codificate nei millenni. Per cui chi è abituato alle letture astrologiche può facilmente risuonare con questo tipo di informazioni.

Tradizionali simboli astrologici dei Pianeti e Segni

Ad esempio, quando si parla dei segni della Bilancia, dello Scorpione, del Sagittario stiamo facendo riferimento ai segni astrologici della Ruota dello Zodiaco.
O quando parliamo dei pianeti come Giove, Saturno, Urano, Plutone stiamo parlando sia di termini astrologici che astronomici.
A qualcuno può risuonare familiare anche il termine Esagrammi che spesso utilizzo e che viene dall’antica saggezza cinese dell’I Ching.

Non c’è da stupirci quindi che – pur non conoscendo nulla di Human Design – chi legge possa trovare terreni conosciuti su cui muoversi e fare una tranquilla ‘passeggiata’ tra i significati apprezzandone il ‘panorama’. Certo è che in questo Cammino noto possono aprirsi diversi sentieri sconosciuti e per questo possono risultare un pò strane le combinazioni di astrologia e I Ching o, ancor più, alcuni termini prettamente specifici di Human Design come Porte, Canali, Circuiti o Centri.

Questo perché Human Design è una sintesi di conoscenze antiche (Astrologia, I Ching, Chakra, Cabala) e scienze moderne e contemporanee (Astronomia, Biologia, Genetica ed Epigenetica e Fisica quantistica). Come ogni sintesi è superiore alla semplice somma delle singole parti che la compongono; per tanto nel suo modo di esprimersi ci sono molte connessioni ai vari sistemi di conoscenza citati ma il tutto si manifesta anche con un innovativo linguaggio grafico visivo e una nuova terminologia propria che solo gli iniziati a Human Design possono conoscere.

Per non dare nulla per scontato, sento di offrire di seguito qualche indicazione ai nuovi lettori per sapersi approcciare alla prospettiva innovativa e rivoluzionaria di questa Scienza della Differenziazione.

Come abbiamo detto di solito siamo abituati a conoscere i messaggi portati dai transiti attraverso l’Astrologia. Ai fini di una maggiore comprensione sento quindi opportuno un minimo confronto – senza inutili paragoni – tra il sistema astrologico e quello proposto da Human Design.
Partiamo con una considerazione di base.

Transiti o Neutrini?

In Human Design – in accordo alla fisica quantistica – si parla di transiti in termini di informazioni portate dai neutrini, chiamati romanticamente il respiro delle stelle. Proprio perché sono originate all’interno del loro nucleo. Sono particelle subatomiche prossime ad essere energia che tuttavia mantengono una forma infinitesimale di massa atta a immagazzinare informazioni e trasmetterle attraverso contatto/collisione con una altro corpo fisico.

I neutrini in quanto prossimi ad essere energia e avendo carica elettrica nulla possono attraversare qualsiasi oggetto e non c’è nulla che possa ostacolare il loro corso.
Nel momento in cui entrano in contatto con una massa (esempio un pianeta) rilasciano e acquisiscono informazioni e, proseguendo il loro viaggio, mettono in comunicazione le varie parti dell’Universo. Ad esempio in maniera molto semplificata i neutrini che provengono dal Sole e arrivano a noi passano attraverso Mercurio e Venere e così facendo creano uno scambio di informazioni tra questi due pianeti (stile up-grade ‘aggiornamento nuove applicazioni’).
Di seguito le informazioni che ‘emergono e raccolgono’ ce le portano qui sulla Terra influenzandoci tutti a livello planetario.
Questa teoria offerta da Human Design supporta la legge della sincronicità e spiega scientificamente l’origine meccanica dell’influenza dei pianeti e la possibilità dell’Universo di essere interconnesso in ogni sua parte… e noi con esso.

Human Design, Astrologia e altre conoscenze

Innanzitutto va precisato che la prima differenza tra Human Design e l’Astrologia è la provenienza: l’origine.
Nell’astrologia le informazioni vengono dall’attenta osservazione dei corpi celesti e dalla loro influenza sincronica che ci permette di comprendere come vivere in armonia con le Leggi dell’Universo.
Nel sistema canalizzato di Human Design le informazioni provengono dal centro della Terra e in combinazione con le informazioni ‘stellari’ portate dai neutrini ci permettono di comprendere come funzionano le meccaniche duali del nostro corpo e della vita su questo pianeta in relazione con l’esperienza animica che ci siamo scelti e col Tutto da cui proveniamo. Un rapporto Cielo-Terra che sarebbe bello poter approfondire ma nel corretto spazio. Per ora sento fondamentale condividere questa sostanziale differenza di genesi che determina un diverso tipo di approccio e che in Human Design comporta una maggiore attenzione allo studio dell’I-Ching; in una versione rivisitata in chiave contemporanea chiamata I Ching del Rave canalizzata da Ra Uru Hu, il messaggero/fondatore di Human Design.
Questa scelta riflette il fatto che con questa innovativa versione della Ruota dell’I Ching (come da tradizione 64 Porte ognuna delle quali suddivisa in 6 linee per un totale di 384 aspetti da considerare), opportunamente combinata con tutte le altre informazioni esoteriche, energetiche, auriche, archetipiche, genetiche e biochimiche, abbiamo accesso a una visione più dettagliata e personalizzata per scoprire la nostra Unicità e sapere come prendere decisioni corrette in accordo ai continui cambiamenti che fanno parte del gioco dell’evoluzione. Detto questo ora entriamo nelle differenze pratiche.

L’Astrologia riporta i dati dei movimenti/influssi planetari sulla Ruota dello Zodiaco suddivisa nei ben noti 12 segni.

Human Design riporta i dati dei movimenti/influssi planetari su una Ruota chiamata Mandala del Rave che rappresenta graficamente la Ruota della Vita. Anche il Mandala contiene i 12 segni zodiacali ma è ulteriormente suddiviso in 64 attivazioni chiamate Porte.
Queste ultime sono associate ai 64 Esagrammi dell’I-Ching che a sua volta sono associati agli aminoacidi del DNA.
Ad esempio la Porta 50, la Porta dei Valori – nell’I Ching chiamata Il Calderone – è associata all’acido glutammico e la Porta 51, la Porta dello Shock – nell’I Ching è chiamata Il Tuono, il Suscitatore – è associata all’arginina.
Una volta localizzata la posizione planetaria nella Ruota zodiacale interna si trova la posizione corrispondente nella Ruota dell’I Ching.
Ad esempio quando il Sole è nella cuspide tra il segno della Bilancia e quello dello Scorpione significa che è posizionato nell’Esagramma 50.
Realizzata l’associazione tra Pianeta, Segno zodiacale ed Esagramma, l’informazione viene poi trasferita visivamente su un Corpo Grafico al centro del Mandala del Rave.

Alcuni degli elementi di sintesi riscontrabili nel Mandala del Rave: Astrologia, I Ching, Genetica Connessione tra gli esagrammi e gli amminoacidi

Il Corpo Grafico rappresenta le meccaniche di funzionamento dell’individuo ed è costituito da nove simboli geometrici chiamati Centri che richiamano i sette Chakra di tradizione indù-braminica proprio perché come i Chakra sono collegati ad aspetti energetici/esperienziali oltre che ad aspetti biochimici, fisiologici umani.
Ad esempio il Centro della Gola è connesso al 5° Chakra: energeticamente è associato alla comunicazione, espressione, manifestazione, contatto col mondo esterno, materializzazione; bio-chimicamente è associato alla ghiandola della tiroide, della paratiroide e in generale alle funzioni che regolano il metabolismo.

Elementi principali del Corpo Grafico: Centri, Canali, Porte

Inoltre i nove Centri sono collegati tra loro da forze vitali chiamate Canali – connessi per assonanza di frequenza tematica in diversi Circuiti – che ricordano i sentieri che uniscono le Sephiroth nell’Albero della Vita di antica tradizione cabalistica ebraica.
Per quanto attualmente non sia così palese il contributo della Cabala in Human Design c’è da dire che, in particolare nello studio approfondito dei Centri, Canali e Circuiti, emerge sempre chiaro e dettagliato il rapporto mistico costante tra materia e spirito come iniziatico Cammino materiale verso lo spirituale e viceversa.
Di sicuro le assonanze non mancano.

Comparazione grafica tra le tre forme di conoscenze esoteriche

Volendo addentrarci in alcuni ‘tecnicismi’ possiamo dire che quando due Porte giustapposte ovvero vicine/dirimpettaie si attivano (ad esempio la Porta 37 e la Porta 40) definiscono un Canale che a sua volta definisce i due Centri posti alle sue estremità (ad esempio le Porte 37 e 40 definiscono il Canale della Comunità che definisce il Centro del Plesso Solare e quello dell’Ego). Sapere cos’è attivato dai transiti tra Porte, Canali e Centri ci mostra meccanicamente come si muove l’energia del momento e il tipo di esperienza che siamo chiamati a vivere.
Chiaramente – affinché sia trascendente e non subita inconsapevolmente – ogni esperienza portata dai transiti dev’essere sempre filtrata dalla nostra Unicità: in riferimento al nostro Corpo Grafico natale e alle sue meccaniche di funzionamento. La differenza più evidente tra Human Design e altre forme di auto-conoscenza come l’Astrologia è che il calcolo della propria Rave Chart (l’equivalente del tema natale astrologico) non si basa su un solo dato ma su due. In accordo al fatto che per quanto tendiamo naturalmente all’Uno ci siamo incarnati nei limiti di una realtà duale.

Il primo dato è quello natale che solitamente ci viene chiesto: data, ora e luogo di nascita.

Il secondo dato è quello prenatale e corrisponde a 88° gradi solari prima della data di nascita ovvero approssimativamente a 88/89 giorni prima. Questa data prenatale è il momento in cui il nostro feto è sufficientemente sviluppato da contenere in sé già tutto il potenziale di quello che sarà il nostro Bio-veicolo (Corpo) e segnala al Passeggero (Anima) che può scendere e prendere la sua posizione, il suo posto.

Il calcolo prenatale, sempre sull’influenza planetaria di quel momento (3 mesi circa prima della data di nascita), viene rappresentato graficamente con un Disegno dagli aspetti colorati di rosso e rappresenta il nostro inconscio e la nostra ereditarietà bio-genetica.

Quando poi nasciamo/veniamo alla luce (uscendo fuori dal corpo di nostra madre), siamo come ‘lastre fotografiche’ che vengono attraversate dal flusso neutrinico che sta “transitando” in quel preciso momento e che si fissa in noi determinando degli aspetti fissi e consistenti di cui siamo consci.
In questo caso il calcolo natale è rappresentato graficamente con un disegno dagli aspetti colorati di nero che costituiscono la nostra parte conscia: quella che definiamo Personalità, come la nostra mente ci percepisce.

Quantum di sintesi (Corpo Grafico) tra il Disegno/Rosso e la Personalità/Nero

La Rave Chart (Corpo Grafico) è così un quantum di sintesi formato da 26 attivazioni planetarie: 13 definizioni consce (nere) e 13 inconsce (rosse).
Che in alcuni casi possono essere sia conscie che inconscie (nere e rosse).

Senza entrare in ulteriori dettagli e nel massimo rispetto e debito nei confronti delle antiche conoscenza, le caratteristiche sin qui illustrate ci mostrano chiaramente che Human Design offre una diversa prospettiva specifica molto eclettica, ampia, dettagliata e soprattutto contemporanea (aggiornata coi tempi) per quello che riguarda l’analisi dell’imprinting planetario e il contesto in cui opera.

Lettura dei transiti in Human Design

Quando leggiamo i transiti prendiamo in considerazione solo gli aspetti del transito del momento (in inglese chiamati just now) ossia quelli colorati in nero; e ci orientiamo in base alla posizione del Sole. Questo perché – per il suo ruolo e dimensioni nel nostro sistema solare – i neutrini che provengono dalla stella Sole sono circa il 70% del movimento neutrinico complessivo che giunge a noi proveniente da tutte le altre stelle e filtrato dagli altri pianeti.

I simboli astrologici dei pianeti del sistema solare presenti nelle 13 attivazioni consce (in figura) e nelle 13 attivazioni inconsce poste ai lati del Corpo Grafico e raffigurate in esso attraverso segmenti (neri e/o rossi) e numeri cerchiati di viola (quando le porte sono presenti tra le 26 attivazioni della propria unicità).

La prima cosa che facciamo è andare a vedere la posizione del Sole e la Porta in cui sta transitando e a seguire facciamo la stessa analisi per gli altri pianeti. Compito facilitato dal programma MMI2 (scaricabile gratuitamente da internet su Jovian Archive) e da altre applicazioni per smartphone che ci permettono di avere già un chiaro quadro della situazione.

Dobbiamo considerare che ogni Porta è suddivisa ulteriormente in 6 linee (Esa-gramma = sei linee) dove ogni linea Yin (linea interrotta) e Yang (linea continua), in base alle varie possibili combinazioni, aggiungono una specifica qualità a quella determinata energia archetipica che si mostra nell’Esagramma in questione; aspetto che viene arricchito ulteriormente e contemporaneamente dall’influenza dello specifico pianeta e dal segno zodiacale in cui sta transitando.

Esempio Esagramma 50 - la Porta dei Valori, il Calderone - in linea 5. Come mostrato dal Mandala del Rave questa porta è posizionata nel segno dello Scorpione e associata al Sole (nero, di Personalità).

Inoltre ogni Porta è situata in un particolare Centro con determinate caratteriste e fa parte di uno specifico Canale e di uno specifico Circuito. Tutti aspetti che nel loro insieme offrono una grandissima profondità di dettaglio al significato del singolo elemento in esame.

Esempio. La Porta 50 è una porta del Centro della Milza e fa parte del Canale della Preservazione - il Disegno del Custodire (Porte 50/27) all'interno del Circuito Minore della Difesa che fa a sua volta parte del Circuito Tribale

Per proporre una visione più completa dell’incredibile potenziale di profondità e dettaglio che offre Human Design nello studio e valorizzazione dell’Unicità individuale sarebbe opportuno analizzare anche la sub-struttura che si cela dietro ogni Porta. Da sapere infatti che per ogni singola Porta non ci sono solo 6 Linee che ne specificano il significato energetico ma per ogni Linea ci sono anche 6 Toni, 6 Colori e 5 Basi per un totale di 1080 potenziali variabili di Unicità per ogni singola Porta. Considerando che per la Lettura di una Rave Chart si prendono in esame 26 Porte (13 attivazioni consce/nere e 13 inconsce/rosse) e tutte le loro possibili combinazioni in Canali e Centri…stiamo veramente parlando della Scienza della Differenziazione!

Esempio di sub-struttura della Porta 11, La Porta delle Idee - Pace, dove si evidenzia cosa si cela dietro ogni singola linea. Ogni linea corrisponde a 6 toni, 6 colori, 5 basi.

Tutto questo è valido per ogni Porta associata al Sole e agli altri pianeti del sistema solare inclusa la Terra e i Nodi Lunari Sud e Nord che sono molto importanti perché indicano il movimento energetico in corso (da dove veniamo e dove stiamo andando). In Human Design la posizione del Sole (massima esaltazione di un’energia) è sempre associata alla Terra (radicamento che permette all’enorme energia del Sole di manifestarsi su questo piano) e insieme costituiscono un asse che, assieme all’asse del Sole e Terra di Disegno (aspetti colorati di rosso), creano una Croce di Incarnazione.

La Croce di Incarnazione a livello individuale indica il ruolo che abbiamo scelto in questa incarnazione.

Per quello che riguarda i transiti offre la possibilità di esplorare il ruolo tematico di quel determinato transito offrendo ulteriori informazioni e offrendo una più chiara visione di insieme sul movimento evolutivo dell’esperienza lungo la Ruota della Vita.

Queste informazioni sono potenziate anche dallo studio del Quarto [1] in cui si sta muovendo il Sole e dal riferimento al transito dell’anno [2] che influenza tutto il ciclo annuale.

[1] la Ruota del Mandala del Rave è suddivisa in 4 Quarti ognuno dei quali porta un tema dominante (da vedere in quale Quarto si è nati – dov’è il proprio Sole di Personalità/Nero – per comprendere il proprio proposito):
1 .Quarto: Iniziazione – proposito compiuto attraverso la Mente;
2. Quarto: Civilizzazione – proposito compiuto attraverso la Forma;
3. Quarto: Legami – proposito compiuto attraverso le Relazioni;
4. Quarto: Mutazione – proposito compiuto attraverso lo Spirito, Trasformazione.

[2] per Human Design l’anno solare non inizia il 1° gennaio ma, in base al variare di alcuni parametri nei movimenti del Sole, intorno al 22 gennaio quando il Sole entra nella Porta/Esagramma 41 che è il codone di inizio dell’esperienza umana.

Sulla rotta dell’unicità

Quanto finora detto riguarda lo studio dei transiti a livello planetario: ovvero lo studio delle forze condizionanti che riguardano tutti noi sul pianeta in un dato momento.
Per amore di chiarezza ci sarebbero anche altri aspetti da considerare nell’approccio allo studio dei transiti.
In particolare quando li analizziamo individualmente: come le forze condizionanti agiscono su quel determinato individuo/bio-veicolo.

In questo caso dovremmo analizzare la Tipologia di appartenenza, il funzionamento dell’Autorità, il Ciclo che sta vivendo chi interagisce con i transiti (esempio Ritorno Solare, Ritorno di Saturno, Opposizione di Urano, Ritorno di Chirone), le eventuali frequentazioni auriche, l’ambiente, altre Forze Archetipiche ma…direi che per ora basta così.
Confido di aver trasmesso la complessità e il potenziale della visione olistica offerta dall’analisi secondo Human Design.
Teniamo presente che l’analisi dei transiti non ha scopi divinatori e non può interferire con il nostro processo decisionale bensì supportarlo e agevolarlo: serve nella pratica al fine di rilassarci e prepararci al meglio a vivere le esperienze proposte dal Programma Evolutivo aiutandoci a discernere come veniamo influenzati nel nostro processo decisionale. Proprio l’attrito che si genera tra le forze planetarie e la volontà del nostro spirito determina e allena la nostra consapevolezza e ci stimola al ricordo di Sé.

 

Astra inclinant, non necessitant.
Gli astri influenzano, ma non costringono.
- Tommaso d'Aquino -
L'uomo saggio governa i suoi astri, non li subisce.

Siamo di fatto come una barca a vela in mezzo all’oceano della vita. Non possiamo muoverci da soli e siamo costantemente in balia delle forze della natura.
Tuttavia – potenzialmente – possiamo decidere se alzare o ammainare le vele e abbiamo la possibilità di muovere il timone.
È il vento che ci porta e di dà la direzione. Possiamo esserne travolti, portati alla deriva o… usarlo a nostro favore.

Non esiste vento favorevole per il marinaio che non sa dove andare.
- Seneca -

Come sempre per le nostre decisioni siamo tenuti ad affidarci alla sperimentazione pratica di Strategia e Autorità: i veri semplici fondamenti di tutto il sistema di Human Design.
Le chiavi che ci permettono di risvegliarci dal letargo delle nostre menti identificate (Non Sé) e iniziare a vivere consapevolmente, in amore, la nostra Vita (Sé).

Strategia e Autorità sono la torcia e la bussola che ci aiutano ad uscire dal nostro labirinto mentale.
- Alberto Sturiale -
Condividi su:

Ti potrebbe interessare anche:

La comunione con se stessi è la base di ogni Gioia

Il primo passo verso la beatitudine è essere un tutt’uno. E su questo che hanno sempre insistito tutti i mistici: essere un tutt’uno, essere integro è beatitudine, essere una moltitudine è un inferno. Pertanto, qualunque sia la realtà esperienziale accettala; non puoi fare nulla per negarla; negandola crei il problema, il problema si complicherà ancora […]

LEGGI TUTTO

Trasforma il tuo spirito e la materia si trasforma

Salve a tutti, con un pò di ritardo eccomi a dirvi che dal 6 all’11 gennaio il Sole brilla nell’Esagramma 54: la Porta dell’Ambizione; la Fanciulla/Concubina che si sposa. Osservando in particolare le forze vitali in gioco (Carisma 34/20 e Consapevolezza 61/24) e Giove nella Porta 55 possiamo essere fortemente condizionati in questi giorni a […]

LEGGI TUTTO

Connessione PsicheCorpo secondo le 5 Leggi Biologiche – 2° incontro

“Destrimani e mancini, la danza ormonale della vita.” Seconda serata di presentazione on-line a cura di Federico Franco sulle 5 Leggi Biologiche del dottor Hamer che apre le porte a un nuovo e rivoluzionario modo di concepire la malattia e soprattutto la guarigione. Vengono infatti stravolti i concetti di sintomo e malattia, non più intesi […]

LEGGI TUTTO

Ristrutturare nuovi modi di saperci condurre

Salve a tutti, dal 25 al 30 luglio il Sole ci conduce all’esagramma 31: la Porta del condurre; influenza. Come abbiamo visto nei transiti di queste ultime settimane (vedi pubblicazioni precedenti) il Programma Evolutivo – specialmente per noi influenzato dal Sole (e dalla Terra con cui forma un asse imprescindibile in Human Design) – ci […]

LEGGI TUTTO

Iscriviti alla newsletter

clicca qui e controlla in spam e promozioni.

17/19 Maggio - Padova
Corso di base di Human Design
in presenza e online