Volontà di Verità!

TRACCIA AUDIO IN FONDO ALL’ ARTICOLO 🔊

Salve a tutti,
dal 9 al 14 dicembre il Sole transita nell’Esagramma 26: La Porta dell’Egoista; Il Potere Domante del Grande.

Come abbiamo visto nelle ultime settimane (vedi transiti precedenti) il Programma Evolutivo ci ha chiamati a contattare le nostre Capacità (Porta 14) e il nostro Potere (Porta 34) per saper focalizzare la nostra energia (Porta 9) sui nostri ritmi e fluire senza lasciarci condizionare dai ritmi esterni (Porta 5).
In questi giorni – in cui prosegue l’Esplorazione del nostro Mistero che culminerà con l’Amore di Sé sotto il ciclico transito natalizio – l’attenzione è sempre più concentrata sul nostro ritmo – il Nostro Ritmo! – e ci porta, in questi giorni, a fare esperienza di egoismo: esperienza di “io”.
Di fatto non c’è nulla che caratterizzi di più ciò che siamo, e quindi anche la percezione dell’ “io” che il nostro ritmo, le nostre abitudini, i nostri modelli di riferimento.
Da qui la fondamentale importanza di saper mettere l’energia dove serve, in ciò che ci piace, perché ci determina.
Ricordati che ciò che sei determina ciò che fai e viceversa. Se metti la tua attenzione ed energia in cose che non sono corrette per te poi si crea un abitudine che ti induce a credere di essere altro rispetto a quello che sei finendo per incastrarti in un’illusione sempre più densa che finisce con l’identificarti totalmente nel Non sé: l’ego; un’illusione, un inganno che ti allontana dalla tua Essenza (Sé).
Perché accade questo? Perché esiste l’ego? Che senso ha questa così forte inevitabile pressione e tentazione ad identificarci in quello che non siamo?

A ben vedere – osservando i transiti che ci hanno accompagnato sin qui dall’inizio del 4° Quarto (Spirito, Mutazione) – questo crescendo di energia destinato a fluire nell’amore di sé (Porta 10), qui in questa Porta dell’Egoista, sembra imbattersi in un “gradino”, un “ostacolo” che rischia di interrompere e far deviare il Flusso Vitale rendendo vano tutto il percorso fatto sin qui. Mi riferisco all’ego.
Perché accade questo? Perché esiste l’ego? Che senso ha questa così forte inevitabile pressione e tentazione ad identificarci in quello che non siamo?
Perché quando tutto sembra fluire naturalmente verso l’Amore dobbiamo per forza imbatterci nell’ego?

La presenza dell’ego verso il raggiungimento dell’Amore di Sé può far nascere varie riflessioni su come l’ego – su questo piano duale – sia funzionale ad una sorta di binario di scambio: qualcosa che non è qui per depistarci ma è necessario per proseguire ad un altro livello. Tutto sta nel concetto di identificazione nell'”io”: se si tratta del “piccolo io” o del “Grande IO”.
Dopo tanta energia portata dai transiti nelle scorse posizioni del Sole (ben quattro Porte del Centro Sacrale!), qui l’ego ha il ruolo di indurci ad una scelta.
O identificati nella materia ci fa desistere dal Cammino intrapreso e ci dirotta fuori strada (Non sé)… o, radicati nello Spirito, ci sorregge con nuova forza per perseverare nella nostra unicità (Sé).

Come sempre ci sono aspetti in luce e in ombra.
Il lato oscuro dell’ego ce lo possiamo facilmente immaginare: una forza manipolativa e separativa che agisce per il proprio esclusivo interesse focalizzata principalmente sul controllo e possesso della materia (sia a livello di soldi, possedimenti, risorse, proprietà che a livello spirituale). Una cieca e smodata ambizione per il raggiungimento del potere assoluto nella materia che si fonda sulla paura e per questo ci depista in direzione contraria all’Amore.
Nell’ego sta la forza separatrice per eccellenza che tende ad annullare lo spirito. Una subdola forza manipolativa che ci fa dissociare e separare dal nostro Sé.
Ma attenzione! Perché siamo sempre in un piano duale.
E tanto una forza è qui per separare, manipolare, sopraffare, soggiogare in una determinata polarità… così, la stessa forza può unire, supportare, nutrire e appagare in un’altra determinata polarità. Tutto sta in COME usiamo quella forza, qualsiasi cosa. O la usiamo con Spirito o senza Spirito; o siamo nel Sé o siamo nel Non sé.

Di fatto l’Ego può essere anche nostro alleato. Anzi, nel profondo della sua essenza, è proprio qui per questo.
In particolare nella Porta 26, lo possiamo riconoscere come una forza capace di manipolare la memoria e modificare i ricordi del passato al fine di distrarci dalle nostre paure e riuscire a proseguire ad appagare i nostri bisogni. La capacità di manipolare la memoria che ci sostiene nel resistere al sentirci rifiutati e/o sconfitti. Quella forza che nonostante i rifiuti e le difficoltà ci spinge ad andare avanti e perseguire i nostri propositi.
Questa forza è la Volontà!
L’antica volontà del guerriero che nonostante la sconfitta, le perdite subite riesce comunque a farsi forza e continuare a combattere; raccontandosi cose del tipo: “Ce la posso ancora fare e voglio farcela”; “Se riesco comunque a sopravvivere sarò onorato dalla mia tribù”; “Non è ancora tutto perduto finché sono vivo”…
Così come, in tempi moderni, la volontà del venditore che nonostante i continui rifiuti, fallimenti continua imperterrito a bussare di porta in porta per proporre la sua merce; raccontandosi cose del tipo: “Sento che il prossimo cliente sarà quello giusto”; “Prima di cena sono sicuro che una vendita la faccio”;”Ancora 5 tentativi e poi mollo… magari altri 10… ma poi giuro che mollo (e magari arriva a 20/30 tentativi prima di mollare)”… 

Questo “farsi forza” del guerriero e questo “voler procedere” del venditore possono essere visti come un “raccontarsela”, un “auto-ingannarsi”, “un auto-manipolarsi”… ma di fatto è qualcosa che, usata con Spirito, porta ad utilizzare correttamente la volontà, l’ego, per non mollare e perseguire il proprio obiettivo.
Dove ciò che conta è utilizzare questa forza, questa Volontà (di Spirito) al fine di mantenere la nostra integrità e la perseveranza del nostro proposito. Il tenere fede alla parola data, al giuramento professo innanzitutto a noi stessi.
Qui la capacità di mantenere le promesse fatte rinvigorisce l’auto-stima e rafforza la salute del nostro muscolo cardiaco e, in generale, del nostro benessere psicofisico.

In questi giorni siamo invitati a portare particolare attenzione all’uso della nostra forza, della nostra volontà, della nostra auto-determinazione a scegliere (scegliere di vivere come noi stessi). In un mondo che sempre più tende ad essere dominato dall’ego che vuole sopraffare e dominare con la forza e la paura, con l’inganno, le minacce e la manipolazione, siamo invitati ad essere vigili, in allerta e responsabili nei confronti di tutte le manipolazioni che agiamo e subiamo inconsapevolmente. 

Non solo quando, nel quotidiano, ce la raccontiamo abitualmente, pigramente e spudoratamente per giustificare qualcosa che non ci va bene (il che dovrebbe farci fare un bel esame di coscienza del perché stiamo facendo quello che stiamo facendo, con quelle persone, in quel posto, a quelle condizioni) ma in particolare siamo tenuti a riflettere sul fatto che ogni tipo di manipolazione subita è un fondato riflesso di una nostra auto-manipolazione che a sua volta si basa su un nostro tentativo di evitare certe paure/ferite interne.
Nessuno ci può manipolare se non siamo noi stessi a manipolarci, ad auto-ingannarci per sforzarci di sopravvivere.

A cosa stiamo/stai dicendo di Sì? A cosa stiamo/stai dicendo di No?
COME lo diciamo? COME lo dici? Da che SPAZIO INTERNO, con che Spirito?
Quello che fai lo fai perché lo senti o perché lo devi? Lo fai perché ti piace o perché credi di non poter fare diversamente?
Ci sei in quello che fai, sei presente? O sei manipolato dalle tue stesse abitudini?

Cosa muove i tuoi pensieri, le tue emozioni, le tue azioni? Il tuo ego o il tuo spirito? La tua verità (chi sei) o chi credi di essere?

Portiamo molta attenzione ai giochini della nostra mente che è capace di giustificare qualsiasi cosa, ama i premi di consolazione e adora professare l’arte del “raccontarsela”. Come esseri umani siamo capaci di adattarci a qualsiasi cosa pur di sopravvivere. Siamo capaci di assumere le peggiori abitudini e comportamenti immaginabili pur di proteggere i miseri interessi delle nostre personalità. Siamo capaci di abbassarci a livelli decisamente infimi di ignoranza, crudeltà e disumanità pur di evitare il confronto con le nostre paure, il dolore, le difficoltà, pur di non rinunciare ai nostri piccoli privilegi, comfort, false sicurezze. Siamo sul finire del 2023 ma nonostante gli incredibili progressi tecnologici, scientifici e filosofici rimaniamo per lo più ancora nel profondo dei nostri istinti delle “scimmie assassine” dove ancora impera il “mors tua vita mea”.
Osserviamo attentamente come spesso dietro le buone intenzioni verso l’altro, in realtà si nascondono – seppur inconsciamente – dei nostri interessi personali o quanto meno degli automatismi di buonismo che palesano la nostra inconsapevole ignoranza ed arroganza.

È proprio vero che avvicinandoci al Natale diventiamo tutti più buoni?
È vero che siamo così generosi nel fare regali agli altri e occuparci di loro?

Siamo davvero così disponibili per gli altri come crediamo e lasciamo intendere?
Ciò che facciamo è davvero per il bene dell’altro? O di fondo lo facciamo per noi stessi? Per sentirci più buoni, più in pace con la coscienza, più “normali”, più degni d’amore?

Ricordiamoci che, come diceva Karl Marx, «la strada per l’inferno è lastricata di buone intenzioni».
E che «il più grande inganno del Diavolo è farci credere che non esiste».
Più che alle manipolazioni degli altri…. ATTENZIONE ALLE NOSTRE AUTO-MANIPOLAZIONI: le manipolazioni attuate e giustificate dal “nostro” Non sé.
Manteniamo alta la vigilanza a tutte le manipolazioni in atto.
Filtriamo bene le informazioni che sentiamo e selezioniamo bene le fonti.
Sempre e comunque fidiamoci di noi: di ciò che ci risuona e sentiamo dentro.

Buoni propositi di verità e autenticità! Buona Volontà di Verità!

Individualmente Insieme.

Ps. attenzione alle seducenti proposte di soldi “facili”, alle offerte “troppo generose” e alle continue adulazioni “gratuite”.
In questi anni dove Plutone ci porta il confronto con le limitazioni siamo indotti a voler trovare facili vie di fuga dove investire senza far nulla, senza mettere in gioco la nostra creatività aspettandoci di trarne profitto. Difficilmente potremmo trarne vantaggio se non coinvolgiamo lo Spirito nei nostri investimenti.
Ricordiamoci che Materia e Spirito sono due facce della stessa medaglia: non c’è l’una senza l’altra. Vanno coltivate entrambe seguendo la nostra Strategia e Autorità.
Verso la Nuova Era sarà sempre più richiesta e necessaria un’assoluta Integrità individuale: saper stare su di Sé. Vivere con Spirito la propria individualità. Spiritualizzare la Materia.

Ps.1. Portiamo massima attenzione a ciò che sentiamo e vediamo in TV, radio e giornali. Portiamo particolare attenzione non tanto alle informazioni e i dati trasmessi in sé ma al COME: con che tipo ti linguaggio, con che tono di voce, con che parole, con che immagini… quali sono le sensazioni che proviamo quando ci interfacciamo con quel tipo di notizie e quel tipo di persone. Non lasciamoci ingannare e fuorviare dalle immagini o dalle scioccanti notizie create ad hoc per scatenarci determinate reazioni. Osserviamo i nostri pensieri, le nostre emozioni, i nostri valori e cerchiamo di stare sui fatti e sulle vere profonde motivazioni che hanno causato quei fatti. I mass media sono ormai abilissimi a mostrarci gli orrori della guerra e le sue nefaste conseguenze ma sempre limitandosi alla superficie di quello che succede e non al perché sta succedendo. Arriva il punto in cui si sa che c’è la guerra e si discute di questo e di quello esprimendo giudizi e sentenze ma senza mai menzionare le vere cause che hanno iniziato i conflitti e che tutto ciò che ci viene mostrato sta parlando di nostre dinamiche interne e relazionali: lezioni che ancora individualmente siamo chiamati a imparare.
Stiamo su di noi e fidiamoci di noi.

Ps. 2 Attenzione all’auto-manipolazione sotto forma di buonismo, vittimismo e falsa crescita personale, spirituale.
In un mondo di sempre maggior “bigiotteria spirituale” non farti ingannare e scegli sempre l’oro puro della tua verità personale: ciò che ti risuona vero in accordo al tuo sentire.

Ps. 3 L’immagine in copertina è tratta dal film “The Truman Show”  un film del 1998 diretto da Peter Weir, interpretato da Jim Carrey.
Un film che fa riflettere e sul finale parla di scelta. La scelta tra un falso eden e la cruda ma autentica realtà.
Buona scelta.

 

 

 

La massimizzazione del potere della memoria applicata al nutrimento della continuità.
- Porta 26, I Ching del Rave -
Just Now 9.12.23
Condividi su:

Ti potrebbe interessare anche:

Accogliere e proseguire. Accogliere è proseguire.

Salve a tutti, dal 16 alle primissime ore del 22 gennaio, il Sole è nell’Esagramma 60: la Porta dell’Accettazione; Limitazione. La Porta 60 rappresenta il carburante per accettare i (nostri) limiti che è il primo passo per trascenderli ed evolvere; è la spinta a mutare che impulsa tutta l’evoluzione del sapere individuale. Momento magico. Più […]

LEGGI TUTTO

Fai sbocciare il tuo Spirito Creativo

TRACCIA AUDIO IN FONDO AL TESTO Salve a tutti, dal 6 all’11 novembre il Sole splende (per Noi!) nella sua radiosa Bellezza nell’Esagramma 1: la Porta dell’Auto-espressione; il Creativo. Questo esagramma ha due importanti peculiarità: 1. è il più YANG di tutti gli esagrammi (tutte le 6 linee sono continue) e, per tanto, nell’antico sistema […]

LEGGI TUTTO

L’evolutivo potere del NO

Salvi a tutti, dal 29 agosto al 3 settembre il Sole si posiziona nell’esagramma 40: la Porta della Solitudine; Liberazione. Come recita l’I Ching del Rave: “il punto di transizione tra la lotta e la liberazione”. Abbiamo visto nei transiti delle scorse settimane come in questi mesi dominati dalla tematica delle relazioni tutto inizia con […]

LEGGI TUTTO
Tag:

TRANSITI 5/11 AGOSTO

TRANSITI 5/11 AGOSTO – Seguire la Rotta rivelata  ☉ Il Sole e ☿ Mercurio sono nell’Esagramma 7: la Porta del Ruolo del Sé – L’Esercito♁ La Terra nell’Esagramma 13: la Porta dell’Ascoltare – La Compagnia degli Uomini ☊ Nodo Lunare Nord nell’Esagramma 31: la Porta del Condurre – Influenza☋ Nodo Lunare Sud nell’Esagramma 41: la […]

LEGGI TUTTO

Iscriviti alla newsletter

clicca qui e controlla in spam e promozioni.