O controlli la mente o la mente controlla te

TRACCIA AUDIO IN FONDO AL TESTO ✨👇🏼✨

Salve a tutti,
dal 30 marzo alle prime ore del 5 aprile il Sole domina nell’Esagramma 21: la Porta del Cacciatore/Cacciatrice; Mordere e Spezzare.

In queste settimane (fino a inizi maggio) il transito del Sole ci porta come proposito l’educazione mentale: iniziare la nostra mente a conciliarsi col nostro corpo/forma, ad agire corretta-mente per servire in modo funzionale il nostro proposito: Essere Passeggeri nella Forma.
Questo proposito di iniziare la nostra mente il Programma Evolutivo lo fa accadere mostrandoci l’enorme potenziale della nostra mente così come le sue vulnerabilità quando invece di essere al servizio del nostro Sé lasciamo che si faccia dominare – dominandoci – dai condizionamenti esterni, dall’Ego, dal Non Sé.

Negli ultimi giorni siamo stati condizionati dal Sole nella Porta 17 (vedi transito precedente) che ci ha mostrato il valore della logica nella gestione delle cose pratiche e nella condivisione di schemi e modelli che ci possono guidare ad un futuro sicuro sapendo cogliere i dettagli pertinenti nell’adesso.
Così come possiamo aver fatto esperienza di cosa significa perderci nell’uso distorto della logica quando, aggrappandoci a generalizzazioni, supposizioni, luoghi comuni, proiezioni, ci ostiniamo a voler avere ragione e imporre all’altro le nostre opinioni o finiamo miseramente per lamentarci concentrandoci su quello che manca invece che su quello che c’è.

In questi giorni di fine marzo/inizi aprile siamo condizionati a fare esperienza di controllo mentale: il potere della mente agito per controllare e amministrare le risorse al fine di distribuirle in modo meritocratico e funzionale all’interno della famiglia/comunità/azienda (al servizio del bene comune appagando il proprio interesse)… così come il mero controllo di chi vuole imporsi sull’altro per un suo proprio fine egoico.
Da osservare che il controllo dell’ego così forte e sicuro, qualora agito per dominare imponendosi sull’altro è infondo sempre dominato dalla paura.  Chi cerca di dominare l’altro è in realtà dominato dalle paure della propria mente identificata che non sapendo come liberarsi da questo giogo di paure lavorando su di sé e sulle proprie ferite cerca di reagire sforzandosi di dimostrare la propria superiorità all’altro.
In questo senso qui non si tratta di Vero Potere in Risposta alla Vita (Spirito nella Materia) ma di potere che reagisce alla vita e finisce inevitabilmente, prima o poi per soccombere (identificato con la materia, con le paure). In questa distorsione del potere nell’illusione dei suoi benefici sta il senso profondo della magia nera: chi pretende di controllare forze superiori per poi finire dominato dalle stesse forze evocate.
Il misero triste destino di chi pretende di cambiare facilmente la sua condizione solo pagando/comprando la conoscenza senza mettersi in gioco e utilizzarla al servizio del bene comune (partendo dal metterla al servizio del proprio Sé).
L’uso del potere del proprio ego può portare anche a grandi ricchezze e risultati nella materia… ma, se non è sostenuto dalla propria verità, non supporta la missione del proprio Spirito.
E, se la Materia non serve alla manifestazione del proprio Spirito… la missione è fallita.
Così come, è pur vero che se lo Spirito non si manifesta correttamente nella Materia e ne fa esperienza (in accordo alle regole del proprio bio-veicolo)… non può arrivare a realizzarsi… a Ricordarsi Chi È.

Molto facile che in questi giorni si parli di soldi, investimenti, acquisti, vendite, gestione di beni e proprietà, richiesta preventivi, amministrazione fiscale, consulenze commerciali, ecc.
Così come facile che emerga la vecchia disputa se sia corretto o no farsi pagare, chiedere denaro per chi lavora nelle relazioni d’aiuto.
Discussione quest’ultima senza fine pratico e che può sfociare solo nella sterile lamentela e nel misero vittimismo per chi ancora vede separato lo Spirito dalla Materia e che per quanti lavori “spirituali” e di “crescita personale” ha fatto o dichiari di aver fatto non realizza ancora che l’Abbondanza non dipende dall’esterno ma da una chiara determinazione a seguire il proprio Sé focalizzati su quello che c’è e si può fare e non su quello che manca e si dovrebbe fare.
Qualora ancora emergessero certi pensieri se ha senso pagare una certa cifra per un lavoro di crescita personale pretendendo che chi è qui per aiutare l’altro lo faccia gratuitamente o a basso costo… è opportuno ricordarci che lamentarci del prezzo e pretendere che l’altro si deprezzi non aiuta né te né l’altro.
Perché invece che impegnarti e augurarti di accedere all’Abbondanza e appagare così i tuoi e altrui bisogni pretendi che l’altro si abbassi a togliere del suo per darlo a te? Perché hai così difficoltà a comprendere che l’Abbondanza è ANCHE materiale ed è di libero accesso a tutti, anche a te… SE te la sai concedere e non ti fai limitare dalle paure imboccando la strada del vittimismo e dell’unica abbondanza a cui la tua mente ha “gratuito” accesso: quella delle giustificazioni e dei giudizi; che per altro non sai alla fine quanto ti costeranno… e ti costano già subito in infelicità, risentimento, rabbia…
Qui mi viene da citare una frase molto vera: “se credi che un professionista ti costi troppo è perché non hai idea di quanto ti costerà alla fine un’incompetente”. Se pensi di pagare troppo il servizio di quel professionista… non sai cos’è costata a lui (sia in questa che in altre vite) l’esperienza che lo ha portato a offrirti quel servizio.

Sicuramente uno dei temi legati a questa Porta di un Canale Manifestante (21/45) riguarda il tema della Rabbia: l’uso dell’enorme potere della rabbia come energia che se utilizzata consapevolmente diventa energia assertiva e creativa per sostenere il nostro Sé e affermarci nella materia (così come nello spirito) in Pace, mentre se è utilizzata dalla mente in modo automatico/inconsapevole diventa energia distruttiva fine a se stessa e che infine si rivolge contro chi la agisce.
Ricordiamoci che il Sole prima di condizionarci con questa frequenza di controllo della Porta 21 ci ha trasmesso nella Porta 17 che, secondo l’Antica Legge, chi desidera comandare deve prima saper servire. Che parafrasato potrebbe suonare come chi desidera controllare deve prima sapersi controllare. Ovvero… o sei tu che gestisci la tua mente, la tua rabbia, il tuo ego o è la mente, la rabbia, l’ego che gestiscono te.

Siamo chiamati a gestire la nostra mente: tutti gli automatismi che ci dominando costantemente frutto dei giudizi radicati nelle nostre paure più profonde.
Paure tutte dominate dall’identificazione con la materia. Ed è propio per questo che è opportuno fare Pace con la materia e i suoi limiti.
Non possiamo accedere allo Spirito, così come all’Abbondanza se neghiamo la materia.
Negare qualcosa, separarci da qualcosa, lamentarci di qualcosa, imporci qualcosa, auto-limitarci, porci al di sopra… è miseria che non può portarci all’Abbondanza.
Non è questo il vero controllo.
Il vero controllo sta nell’osservare come funziona la nostra mente e come si fa condizionare e ci condiziona se la lasciamo decidere della nostra vita; come ci domina con le emozioni, le preoccupazioni, le paure.
Quanta tensione e dispersione energetica nelle nostre vite, nelle nostre relazioni quando ci lasciamo controllare dagli automatismi della mente, dei bassi istinti. [come ben sa la sorellanza delle Bene Gesserit nel libro Dune di Frank Herbert… e la prova del gom jabbar]

Cogliamo in questi giorni occasione di essere particolarmente vigili e osservare gli automatismi della mente e quanto il Non sé domina i “nostri” pensieri, comportamenti, azioni. Siamo davvero noi che pensiamo quella cosa, ci comportiamo in quel modo, agiamo così? O no?
Chi è che decide in noi? Siamo veramente sicuri che siamo noi a prendere le decisioni nella nostra vita? O semplicemente seguiamo delle programmazioni determinate dalle nostre condizionate e condizionanti paure?

Ad ognuno le sue verifiche; le sue esperienze.

La Porta 21 ci ricorda anche che l’uso del potere è giustificato e necessario per superare interferenze deliberate e persistenti.
Se qualcuno intenzionalmente insiste – consapevole o inconsapevole – per limitare le nostre libertà e ledere i nostri interessi, per quanto come ultima risorsa, è necessario intervenire con forza e determinazione per interrompere l’interferenza (siamo legittimati a usare “il morso che spezza”).
Prima però di intervenire all’esterno… ricordiamoci di osservare cosa ci riflettono quelle interferenze in noi; innanzitutto interveniamo con forza e determinazione a interrompere le nostre interferenze mentali interne. In ogni caso…  assicuriamoci che i nostri bisogni siano chiari e ben trasmessi all’altro; non diamo nulla per scontato, non immaginiamo/supponiamo/proiettiamo cosa debba o non debba fare l’altro per noi, specie quando noi per primi non abbiamo chiarezza e non siamo stati chiari. INFORMIAMO – CON CHIAREZZA – PRIMA DI AGIRE.

Buon sano controllo. O no.

Individualmente Insieme.

 

Il giustificato e necessario uso del potere per superare interferenze deliberate e persistenti.
- Porta 21, I Ching del Rave -
Just Now 30.3.23
Condividi su:

Ti potrebbe interessare anche:

Just now! i transiti in corso… Porta 5

☉ Il Sole è nell’Esagramma 5: la Porta dei Ritmi Fissi – Aspettare; in linea 5 – GIOIA Il Programma Evolutivo ci sta invitando a focalizzarci sul TEMPO.Il Tempo come vitale risorsa per la Nostra auto-realizzazione e profonda comprensione di CHI SIAMO.Siamo chiamati a saper gestire correttamente il nostro tempo in un FARE soddisfacente, appagante […]

LEGGI TUTTO

Il focus non è mai la meta ma il Viaggio

TRACCIA AUDIO IN FONDO AL TESTO  Salve a tutti, dal tardo pomeriggio del 25 giugno al 1 luglio il Sole si sofferma nell’Esagramma 52: la Porta dell’Inazione; Rimanere Fermo (come la Montagna). Questo esagramma è la pressione a comprendere, a rimanere fermi per focalizzarci sui giusti dettagli. Per la sua caratteristica “passiva” come energia di […]

LEGGI TUTTO

La RiEvoluzione è non farci dominare dalla paura

TRACCIA AUDIO IN FONDO AL TESTO 🔊 Salve a tutti, dall’8 al 13 febbraio il Sole ci sensibilizza dall’Esagramma 49: la Porta dei principi; Rivoluzione. La Porta del Rifiuto/Rifiutare. In questi giorni parliamo di sensibilità… o no. Di fatto il tema della sensibilità (ai bisogni) è già “nell’aria” da qualche settimana perché se vi ricordate la […]

LEGGI TUTTO

Usa bene O lascia andare. Usa bene E lascia andare.

TRACCIA AUDIO IN FONDO AL TESTO  Salve a tutti, dall’8 al 13 giugno il Sole regna nell’Esagramma 45: la Porta della Raccolta; Radunare. Detta anche la Porta del Re/Regina, del Padrone/Padrona, del capo. Come di consueto, dall’inizio di giugno alla metà del mese, il Sole entra nelle tre porte “manifestanti” (35, 45, 12) che sono […]

LEGGI TUTTO

Iscriviti alla newsletter

clicca qui e controlla in spam e promozioni.