Se non io, CHI? Se non ora, QUANDO?

TRACCIA AUDIO IN FONDO AL TESTO  🔊

Salve a tutti,
dalla serata del 20 alla mattina del 26 maggio il Sole ci chiama all’azione “presente” nell’Esagramma 20: la Porta dell’Adesso; Contemplazione.

Quando, nel Mandala del Rave, il Sole si posizione nell’esagramma 20, in contemporanea la Terra si posizione nell’esagramma 34 (Porta Polare e Giustapposta della 20), definendo così il canale del Carisma; il Disegno dove i pensieri devono divenire atti. 
In questa forza vitale (archetipica in Human Design del Tipo Generatore Manifestante), l’energia, il potere del Centro Sacrale che si concretizza nel fare, generare si può sempre manifestare attraverso il Centro della Gola. Una manifestazione di grande impatto che può avvenire solo in risposta ad uno stimolo esterno. Dove questo grande potere interiore viene scaturito dalla “pancia” e non dalla mente: da quel nostro centro energetico vitale che nell’antico oriente prende il nome di hara o dan tien e risiede sotto il nostro ombelico.
Questa enorme energia generativa non è pensata, ragionata, immaginata. È il potere essenziale della Vita che si manifesta attraverso di noi nel momento in cui ci concediamo di sentire ed essere canali affinché questa energia ci attraversi e si possa concretizzare su questo piano. Si tratta di una manifestazione puramente esistenziale che ci tiene connessi all’Adesso e ci permette di mantenerci presenti a ciò che c’è o meglio, permette a La Presenza di manifestarsi attraverso di noi per poter – in accordo alla nostra Autorità – manifestarsi in modo consapevole: l‘Universo che agisce e sa di farlo (sa che sa di farlo).

In particolare in questi giorni dove assieme al Canale del Carisma (34/20) è presente anche il Canale dell’Iniziazione (51/25) siamo chiamati ad iniziarci ad un fare/agire in presenza: ad esserci in ciò che facciamo; essere ciò che facciamo; essere consapevoli delle nostre azioni, della nostra capacità di manifestare la nostra consapevolezza dandole forma. Essere totalmente presenti nell’adesso. Saper infondere Spirito nella Materia.
La voce di questo transito si esprime – nell’Adesso – affermando (più con le azioni che con le parole): “Io sono ora”; “So che sto facendo adesso”.
Parole e azioni che sgorgano nel momento; in naturale risposta a quello che c’è. Un agire contemplativo, esistenziale, mistico; concreto e funzionale.
In assoluto la parola chiave di questi giorni è auto-potenziamento.
Il potenziamento che accade quando sono presente in quello che faccio: CI SONO -> SO CHI SONO.

In questi giorni siamo condizionati ad avere una grande energia (o no) e utilizzarla al servizio della nostra Essenza (o no) .
Ci è dato – transitoriamente – in prestito un grande potere che è quello che la pianta manifesta col suo fiore nell’atto di trasformarsi in frutto. Quell’atto del ciliegio che genera le ciliegie che comporta il fine ultimo del ciliegio e ne conferisce il nome, definendolo. Il ciliegio si chiama in questo modo in quanto produce ciliegie: è in funzione di generare ciliegie.
Siamo chiamati ad essere consapevoli della nostra energia e di come la usiamo.
Se non ci sono alterazioni esterne, in natura, il ciliegio genera ciliegie.

Io cosa sto generando, Adesso?
Come sto manifestando la mia Essenza, in questo momento?
C’è qualcosa che sta interferendo nella manifestazione di ciò che sono? C’è qualcuno o qualcosa che interferiscono nella mia auto-realizzazione?
È funzionale la mia manifestazione? A cosa serve? Mi potenzia quello che faccio, il mio lavoro? Mi aiuta a sapere – veramente – CHI SONO?
Sono appagato, soddisfatto di quello che faccio? Mi sento libero nel manifestare quello che sono nel mio lavoro, nelle mie relazioni?
Sto dando forma al mio Spirito? Sto esprimendo la mia Verità nelle mie azioni, nelle mie decisioni? O NO?
CI SONO ADESSO? O sono perso nei ricordi/nostalgie del passato e nelle proiezioni/preoccupazioni del futuro?

Nella dimensione di un fare sacro non si contempla il passato e il futuro. Esiste solo il presente.
Innanzitutto per sopravvivere e poi per vivere (intendendo il vero Vivere che è generato dalla consapevolezza) devo essere totalmente presente, autenticamente me stesso.
Un “devo” che non implica nessuno sforzo in quanto è il mio stato naturale dell’Essere.
Non posso lasciarmi dominare dalla mente e ingannare dall’illusione del tempo, generato dall’illusione della morte come fine di tutto.

Quando non sono presente a quello che faccio… chi sta facendo in me? 
Quando non sono presente a me stesso… chi sta agendo in me?
Quando a parlare, fare, agire non è il mio Sé… chi sta parlando, facendo, agendo in me, attraverso di me? Chi sta vivendo la mia vita?
Quando so che sono un ciliegio e mi accorgo che non sto generando ciliegie… cosa posso fare?

Quando sarò felice? Come?
Chi può vivere la mia vita? Chi può attuare cambiamenti nella mia vita?
Se non io, CHI? Se non ora, QUANDO? Se non qui, DOVE?

Sono qui per Essere e Agire in risposta a ciò che la Vita porta: io stesso attiro.
Dall’unico spazio possibile: la mia Verità.
Nell’unica dimensione possibile: Adesso.
Nell’unico posto possibile: Qui, dove sono.

La mia individuale Verità che è qui per essere manifestata nella forma, attraverso azioni concrete in modo da potermi auto-potenziare nella consapevolezza di ciò che sono e contribuire attraverso l’esempio affinché qualcun altro inizi a manifestare se stesso: la propria unicità.
Il mio fare, il mio agire, il mio Essere sono qui per interagire con l’altro in un continuo evolutivo armonioso movimento di auto-potenziamento reciproco.
Ciò che sono e faccio non è solo per me. Ma la mia attenzione, la mia energia non possono essere distratti da altro (buonismi, moralismi, vittimismi, altruismi).
Sono chiamato a stare su di me. Con me.
È solo nell’essere centrato e concentrato su ciò sento e manifestare ciò che sono – nell’autenticità di ciò che sono – che posso dare un reale concreto contributo.

Come posso manifestare ciò che sono se non so chi sono?
Come posso agire e che senso ha agire se non ho un chiaro proposito?

In questi tempi frenetici e superficiali dove si deve agire di fretta, senza tregua, sotto pressione, nel continuo estenuante sforzo di attirare l’attenzione, di dimostrare di esistere… è il momento di fermarmi, di non farmi travolgere dall’esterno e ridirigere la mia attenzione, la mia energia IN ME STESSO, nell’ASCOLTO dei miei bisogni.
E, da qui, IN PRESENZA, PRESENTE AI MIEI – VERI – BISOGNI… (saper) decidere e (saper) agire.

Tanta”iniziatica energia disponibile in questi giorni. In tempi di potenzianti situazioni scioccanti nel confronto con i pressanti limiti della materia.
Dove siamo chiamati ad agire il coraggio di manifestarci trascendendo le aspettative e le paure della mente identificata che ci distraggono e depistano dall’Adesso inducendoci a dare attenzione ed energia a ciò che non è funzionale per la nostra Missione.

Attenzione alla Rabbia che ci porta a reagire in modo impulsivo e violento contro quello che c’è invece che rispondere – con presenza – a quello che c’è.
Questa rabbia per lo più repressa si è generata nel momento in cui abbiamo congelato la nostra energia creativa e non l’abbiamo espressa per paura: paura di essere quello che siamo e non essere amati, riconosciuti per quello che siamo. In questi giorni è facile contattare la rabbia specie nel momento in cui troviamo (attiriamo) resistenze che ci richiamano la paura del rifiuto: essere rifiutati. Vecchie ferite che possono essere sanate dalla nostra Presenza; nel momento in cui siamo Presenti – Adesso – a ciò che ci sta accadendo invece che subirlo.
Nelle difficoltà, sotto pressione, quando ci sentiamo impulsivi e vulnerabili e sentiamo che stiamo contattando la rabbia… RESPIRIAMO.
RESPIRIAMO IN QUELLO CHE SENTIAMO E LASCIAMOLO AGIRE.
NON NEGHIAMO QUELLO CHE C’È.
RIMANIAMO PRESENTI E NELLA PRESENZA PERMETTIAMO LA TRASFORMAZIONE di quella rabbia in energia assertiva per manifestare la nostra unicità.

Da chi può emergere la soluzione alle difficoltà che mi si presentano? Quando è il momento di sistemare le cose? di agire il cambiamento che mi serve?

Se non io, CHI? Se non ora, QUANDO? Se non qui, DOVE?

Buon agire consapevole dall’innocenza del tuo Sé.

Individualmente Insieme.

ps. in questi giorni tieni con te qualche “vaffanculo” da elargire. Soprattutto alla tua mente identificata quando osservi che vuole agire proponendoti i soliti automatismi.
Sorridi (indice che hai compreso lo scherzo cosmico) ed espira un sornione amorevole vaffanculo. O urlalo, gridalo al vento e a chi di dovere… purché PRESENTE a ciò che fai, sei.

 

Riconoscimento e coscienza nell'adesso che trasformano la comprensione nell'azione corretta.
- Porta 20 - I Ching del Rave -
Just Now 21.5.24
Condividi su:

Ti potrebbe interessare anche:

Mutativa Manifestazione nella Materia

MUTATIVA MANIFESTAZIONE NELLA MATERIA – Una Nuova Forma di Sovranità Dal 7 al 13 giugno il Sole domina dall’esagramma 45: la Porta del Raccoglitore; Il Sovrano. «L’attrazione naturale e generalmente benefica di forze simili» Siamo chiamati ad una nuova sovranità: non più dell’avere ma dell’essere. Seguire l’impulso a liberarci da un sistema gerarchico basato sul […]

LEGGI TUTTO

Verso l’intuizione del Sé

2021 > 2027: l’Era dei RaveMutazione del Plesso Solare: termina la funzione motore che produce emozioni e diventa puro Centro di Consapevolezza. VERSO L’INTUIZIONE DEL SÉ La difficoltà maggiore che si incontra nel proprio percorso di vita concerne la capacità di trovare e poi incarnare i propri talenti, ossia scoprire per quale scopo si è […]

LEGGI TUTTO

Prima TU!

TRACCIA AUDIO IN FONDO AL TESTO  Salve a tutti, dal pomeriggio del 22 alla mattina del 28 aprile il Sole ci nutre nell’Esagramma 27: la Porta della Cura; Nutrimento. Dopo il precedente transito delle Difficoltà Iniziali (vedi transito) che aveva il compito di portare Ordine dal Caos potenziandoci nel confronto con le limitazioni nella delicata […]

LEGGI TUTTO
Tag:

TRANSITI IN PILLOLE… QUI E ORA…DIRETTAMENTE DAL GRANDE GIORGIO GABER

TRANSITI IN PILLOLE… QUI E ORA… DIRETTAMENTE DAL GRANDE GIORGIO GABER Celebriamo con Gioia ciò che SìAmo ☉ Il Sole è nell’Esagramma 15: la Porta degli Estremi – Modestia♁ La Terra nell’Esagramma 10: la Porta del Comportamento del Sé – l’Impronta/Orma ☊ Nodo Lunare Nord nell’Esagramma 31: la Porta del Condurre – Influenza☋ Nodo Lunare […]

LEGGI TUTTO

Iscriviti alla newsletter

clicca qui e controlla in spam e promozioni.

22/25 agosto - in Maremma
LIVING YOUR DESIGN EXPERIENCE
esperienziale residenziale sui 4 Tipi