Accettazione

Molte terapie ci dicono di accettare noi stessi, ma questa accettazione psicologica, attraverso vari tipi di analisi, si riferisce sempre un centro individuale. Finché rimane l’idea di individuo, nell’accettazione c’è una motivazione nascosta.
Non è accettazione incondizionata, ma è basata su un ideale, o un paragone, e contiene sempre un elemento di rassegnazione.
La psicologia crede nell’esistenza del l’ego e suo compito e mettere l’ego il più possibile a suo agio, rendono più forte o integrato.

Che possiamo organizzare la vita in modo più soddisfacente è un fatto, ma ciò non potrà mai essere un modo per portarci oltre il conosciuto.
Tali processi ci tengono ancorati all’oggetto, indipendentemente da quanto sottile diventi tale oggetto.

Nell’accettazione funzionale, il centro di gravità non è ciò che accettiamo, bensì accettazione stessa.

– Jean Klein, Chi sono io? La ricerca più sacra –

Nell'accettazione funzionale, il centro di gravità non è ciò che accettiamo, bensì accettazione stessa.
Condividi su:

Ti potrebbe interessare anche:

L’Amore cura, la natura guarisce…

–  Quando anima e corpo si incontrano  – Oggi, grazie alla conoscenza, e comprensione delle 5 leggi biologiche scoperte dal Dott. R.G.Hamer, riusciamo a ricollocare il concetto di “malattia” nelle nostre vite e ad avere finalmente una visione d’insieme sulla connessione mente-corpo più ampia e precisa. Come ha dimostrato  Hamer, la “malattia” è parte di […]

LEGGI TUTTO

Fatti luce

Affronta il tuo buio e fai risplenda tua luce.

LEGGI TUTTO

L’inferno dei viventi

“L’inferno dei viventi non è qualcosa che sarà; se ce n’è uno, è quello che è già qui, l’inferno che abitiamo tutti i giorni, che formiamo stando insieme. Due modi ci sono per non soffrirne. Il primo riesce facile a molti: accettare l’inferno e diventarne parte fino al punto di non vederlo più. Il secondo […]

LEGGI TUTTO

Un discorso di inizio per mancini

Discorso di Ursula K. Le Guin (vedi qui il suo Disegno) Nel 1983 Ursula K. Le Guin fu invitata al Mills College di Oakland a pronunciare un discorso alla cerimonia di laurea degli studenti. Il discorso, intitolato “A Left-Handed Commencement Address”, fu inserito al no. 82 della lista dei 100 migliori Discorsi del XX secolo di American Rhetoric ed è incluso […]

LEGGI TUTTO

Iscriviti alla newsletter

clicca qui e controlla in spam e promozioni.