Transiti di rimembranza: l’innocenza è nel corpo

Silvia, ricordi ancora
quel tempo della tua breve vita mortale
quando nei tuoi occhi ridenti e timidi
splendeva la bellezza, e tu, felice
e pensierosa, ti avvicinavi
al fiorire della giovinezza?

Giacomo Leopardi – A Silvia

 

Salve a tutti,
come descritto nel precedente post, l’Equinozio di PrimaVera avviene col Sole nell’Esagramma 25 (Porta dello Spirito del Sé; Innocenza) e nel suo portarci luce, ci porta ciclicamente in contatto con l’Amore Universale: l’amore – cristico – per tutte le cose.

In funzione del tema del 1° Quarto in cui ci troviamo ho accennato all’importanza dell’amore per la mente e alla necessità di far relazionare la mente e il cuore: dove una mente illuminata è tale quando è al servizio del cuore. Una mente che non viene limitata dalle paure di una realtà percepita e interpretata dai condizionamenti esterni ma supporta le azioni del cuore, il cor-aggio (dal latino cor-agere), ed è in grado di superare le paure e interagire con la realtà seguendo l’Intuizione del Sé.

Questi transiti ci condizionano al RICORDO: per chi ha conoscenza dello Human Design iniziano con la Porta 13 – Ascoltare (i segreti, le esperienze passate) e si concludono con la Porta 24 – il Ritorno (al mistero, al vuoto, alla verità interiore, alle vite precedenti, al presente… al corpo).
In essenza il ricordo principale che inizia la nostra mente e di conseguenza l’esperienza di vita su questo piano duale è quello di ricordarci di essere anime immortali, Osservatori, Passeggeri nella Forma.
Un ricordo declinato poi nei vari aspetti dei singoli esagrammi del 1° Quarto.
Dove, ricordo, un aspetto necessario per il “ricordo di sé” è proprio attraverso il passaggio dall’intensità emozionale e in particolare del dolore. Per il nostro stato attuale di coscienza il passaggio nel dolore è un portale che ci apre alla ricettività per il confronto con la nostra verità interiore/conoscenza di sé.
Quel passaggio che, tra l’altro, ci permette di conoscere e apprezzare il piacere: l’esperienza di vita.

In questi giorni, sotto il Sole nella Porta 25, punto cruciale della tematica del Quarto, si parla di ricordo dell’Innocenza dei bambini; di come utilizzano la mente che ancora non sa separare né giudicare, né temere. Ritornare “come bambini”, con la mente pura di un bambino (e la consapevolezza di un adulto) è uno degli insegnamenti più importanti da integrare.

Ma è buona cosa ricordarci che, in Human Design, il Sole si accompagna sempre alla Terra: il suo brillare che potrebbe bruciarci si radica alla Terra che ne ridimensiona il potere ad hoc per una vita ben equilibrata.
In questo caso il Sole nell’Esagramma 25 si radica nell’Esagramma 46: la Porta della Determinazione del Sé – Spingere verso l’alto; l’AMORE PER LA CARNE/IL CORPO.
Sicché assolutamente determinante è l’amore per il nostro corpo che ci permette di fare esperienza di vita.
Esperienza di presenza radicandoci nell’adesso.
Seguire il nostro bio-veicolo ci permette di essere sempre al posto giusto al momento giusto.

Un corpo vissuto alla luce dell’innocenza dello Spirito del Sé, di una mente che non lo giudica, né lo punisce, né lo castra con innaturali e abominevoli convenzioni morali.
Un corpo che va vissuto con la mente pura dei bambini.
Un corpo per esplorare, sperimentare, interagire, conoscere, celebrare… giocare. Amare.
Vitale di questi tempi è RIMEMBRARE la fondamentale importanza dell’amore per il nostro corpo: “ricordarci nelle membra”; conoscere attraverso la mente e il corpo.
Come dicevano i latini: “Mens sana in corpore sano.”

Usiamo bene il nostro corpo. La nostra vita. Adesso!
Muoviamolo, liberiamolo. Esponiamolo alla calda luce crescente del Sole. Usiamolo per interagire col mondo. Abbracciamo, baciamo, tocchiamo, accarezziamo, assaporiamo, gustiamo, celebriamo. Usiamolo con amore: per fare l’amore… essere amore.

Mascherine che interferiscono con al respirazione e la comunicazione????
Distanziamento sociale?????
Palestre chiuse????
Limitazione nei movimenti????

Per ciò che sta – realmente – accadendo, solo un folle totalmente sradicato dalla propria divina natura e con limitata coscienza può pensare che tutto ciò sia utile a proteggerci e guarirci. Anzi. È una delle principali cause di indebolimento del sistema immunitario, dello spirito e conseguentemente del corpo. Come ha ben compreso da sempre la scienza della tortura la prima cosa per indebolire la mente e renderla schiava è limitare il corpo… a seguito torturarlo e mutilarlo.

Muoviamoci! Danziamo, passeggiamo, corriamo, amiamo…
Amiamo e onoriamo il nostro corpo. Così come la Terra, la Natura e tutte le sue manifestazioni.
Questo è il divino invito che la PrimaVera ci porta!
Per diritto divino siamo tenuti ad onorare e celebrare questo invito aprendo menti e cuore all’amore nell’uso corretto del nostro corpo.

Ci hanno voluto far credere che il peccato è un certo limitato e vergognoso uso morale del corpo e che con la nostra mente e le nostre conoscenze possiamo controllare la natura ed essere padroni del mondo. Essere come Dio.
È proprio così? Dopo millenni di queste credenze limitanti… sta andando tutto bene?
La Nuova Era ci invita a ben altro.
Nel perfetto parossismo dei tempi, ci sta riportando alla Natura, a Madre Terra, alla semplice Verità, ad una nuova consapevolezza e libertà.
Alla comunione e comunità di individui.
Alla libertà di mente, cuore e corpo.

Il peccato ora è ostinarci a non seguire l’invito della vita e quello che risuona con la nostra Verità.
Il peccato è continuare a preferire la mente al cuore e giudicare la perfezione dei nostri corpi.
Il peccato è non aprirci alla nuova consapevolezza che ora sì può accogliere il messaggio di amore del Cristo.

Liberiamoci dal senso di colpa del peccato che ci rende schiavi e inutili vittime.
Cominciamo a riappropriarci di ciò che siamo partendo dall’uso corretto del corpo e della mente.
Solo così possiamo RIMEMBRARCI DI CHI SIAMO… e ritornare in Paradiso. Qui. Ora.

NOTE SUL TRANSITO

In connessione con l’amore per il corpo: oltre che a muoverlo, possibilmente in natura, è un buon momento per ricevere e offrire massaggi. Ottimi anche gli auto-massaggi in amore a noi stessi.

L’esagramma 46 esprime l’amore per la carne/corpo. Nell’I-ching parla di Spingere verso l’alto.
L’elevata connessione col divino che solo certe esperienze estatiche nel corpo ci possono far vivere: espansioni di coscienza attraverso l’orgasmo, le medicine della natura, la respirazione consapevole.
Parliamo di amore per la carne/corpo: ci eleva amare il nostro corpo e quello dell’altro, scoprire il nostro corpo e quello dell’altro, grazie all’interazione con l’altro; relazionarci, contattarci, sentirci col corpo.

Per chi sente, in questi giorni (vedi nota a seguire), può avvertire anche una forte chiamata a mangiare carne.

Per tutto il 2021 e specie in questi giorni fino al 4 aprile è in transito la forza vitale 19/49: Il Canale della Sintesi – Un Disegno di Sensibilità (o no).
Questa forza vitale ci sensibilizza alla natura, alle sue manifestazioni e in particolare al rapporto con gli animali.
Quest’anno (già dal finire dell’anno scorso), nel campo di coscienza collettivo, c’è una grande, crescente connessione con gli animali: specie cani e gatti, gli animali più vicini a noi.
Hanno uno scopo, una missione… questi animali: Anima-Lì!
Ci ricordano che abbiamo un’anima (qui!) e ci aiutano a contattarla. Proprio attraverso l’interazione e osservazione dei corpi. Ci aiutano a stimolarci la sensibilità, il rispetto nei confronti della natura, della diversità, a prenderci cura dell’altro, a sperimentare l’amore incondizionato, a giocare, a portare pazienza. Sono dei grandi maestri che ci vengono in aiuto alle soglie del passaggio verso la Nuova Era. Abbiamo ancora molto da imparare dagli animali… per essere umani.
Godiamoci i nostri amici, i nostri alleati.

Godiamoci il nostro corpo, la nostra vita, in natura alla luce di questo bel sole primaverile! 🍀🌷☀️🌷🍀

Aho Metakuye Oyassin (per tutte le nostre relazioni) 🌈

Ps. Per chi sente di approfondire, per comprendere meglio le tematiche del 1° Quarto ci sono dei video sul mio canale You Tube che potete trovare anche sulla mia Pagina FB. E proprio su queste tematiche stiamo organizzando una serata gratuita l’8 aprile alle 20:30 su Zoom.



Condividi su:

Ti potrebbe interessare anche:

Sì! Sì! Sì! L’abissale Sì!

Salve a tutti, dal 17 al 23 agosto il Sole brilla nell’esagramma 29: la Porta del dire SÌ; l’Abissale. È per me sempre molto sorprendente e affascinante osservare la narrazione proposta dal Programma Evolutivo attraverso il Mandala del Rave (la Ruota della Vita per Human Design). Nel precedente transito si parlava del bisogno di ottenere […]

LEGGI TUTTO

Il passato si (s)chiude al mistero

Salve a tutti, dal 10 al 15 settembre il Sole visita l’Esagramma 47: la Porta della realizzazione mentale; Oppressione. Lungo il Mandala del Rave dopo la Porta 64 che parla di confusione che porta alla chiarezza (vedi transito precedente) ora il Sole ci “illumina” con la Porta 47 che parla di oppressione mentale che porta […]

LEGGI TUTTO

Mezzo pieno o mezzo vuoto?

TRACCIA AUDIO IN FONDO AL miniTESTO  🔊 (AUDIO LUNGO!) Salve a tutti, dal 19 al 24 febbraio il Sole splende e ‘abbonda’ nell’esagramma 55: la Porta dello Spirito; Abbondanza. «L’abbondanza è strettamente una questione di spirito». Porta 55 chiave della lenta ma inesorabile mutazione (già in atto) che ufficialmente inizia nel 2027. Intelligenza emozionale. Intelligenza […]

LEGGI TUTTO

Il focus non è mai la meta ma il Viaggio

TRACCIA AUDIO IN FONDO AL TESTO  Salve a tutti, dal tardo pomeriggio del 25 giugno al 1 luglio il Sole si sofferma nell’Esagramma 52: la Porta dell’Inazione; Rimanere Fermo (come la Montagna). Questo esagramma è la pressione a comprendere, a rimanere fermi per focalizzarci sui giusti dettagli. Per la sua caratteristica “passiva” come energia di […]

LEGGI TUTTO

Iscriviti alla newsletter

clicca qui e controlla in spam e promozioni.

17/19 Maggio - Padova
Corso di base di Human Design
in presenza e online