Avere ragione o essere felici nel seguire la propria verità?

“Più l’uomo si sforza di dimostrare che il suo amico si sbaglia, più si crea attrito.
Crede che dimostrando a se stesso che ha ragione e che l’amico ha torto, l’amico finalmente lo accetterà e lo amerà di nuovo e tutto andrà bene.
Quando ciò non accade, lo interpreta male e si sforza di più; pensa di non aver sufficientemente dimostrato di avere ragione e l’altro torto.
La spaccatura si allarga e la sua ansia aumenta.
Più armi usa nel suo sforzo per vincere il combattimento, più si trova in difficoltà, fino a danneggiare se stesso e l’altro e agire contro il proprio interesse.
Ora si trova di fronte a un ulteriore conflitto che è sorto dal primo errore e dalla scissione dualistica.
Per evitare una spaccatura totale, con tutti i suoi pericoli reali e immaginari – poiché si è cominciato a provocare un danno reale – ora si trova di fronte all’alternativa di dover cedere per placarsi ed evitare danni a se stesso, o continuare a combattere.
Poiché è ancora convinto che ci sia un giusto e uno sbagliato, l’appagamento lo priva del rispetto di sé.
Che usi o meno questa “soluzione”, sarà diviso tra le due alternative: combattere o sottomettersi.

Entrambi creano tensione, ansia e svantaggi interni ed esterni.

“L’atto che sembra essere il più difficile da compiere per un uomo ma che, in realtà, è l’atto più facile e libero possibile, è chiedersi: ‘Qual è la verità?’
Nel momento in cui un individuo è più incline alla verità che a dimostrare di avere ragione, entra in contatto con il principio divino o verità trascendente e unificata.
Nel momento in cui un individuo è più incline alla verità che a dimostrare di avere ragione, entra in contatto con il principio divino o verità trascendente e unificata.
Se il desiderio di essere nella verità è genuino, l’ispirazione deve venire fuori.
Non importa quante circostanze sembrino puntare in una direzione, l’uomo deve essere disposto a rinunciare e mettere in dubbio che ciò che vede è tutto ciò che c’è da fare.
Questo generoso atto di integrità apre la strada al Sé Reale.

Questo atto sarà più facile da compiere quando l’uomo contempla che non è necessariamente una questione di aut aut, ma che possono esserci aspetti di giusto nell’altro e di sbagliato in se stesso che, finora, (ndr. qui manca un pezzo nel testo ma si può dedurre vagamente il senso… che, finora non sono stati considerati).

“Con questo approccio a un problema, l’uomo apre immediatamente la strada per entrare nel piano unificato dell’esistenza e per essere mosso dal Sé Reale.
Questo sprigiona immediatamente un’energia che si avverte distintamente quando questo atto viene commesso in modo profondo e sincero. Porta anche il rilascio di tensione.
Ciò che poi scopre è sempre totalmente diverso sia da ciò che sperava e temeva sul piano dualistico.
Scopre di non essere così giusto e innocente come pensava, né così sbagliato come temeva, né lo è l’avversario.
Scopre presto aspetti della faccenda che non aveva mai visto prima, sebbene non fossero necessariamente nascosti. Capisce esattamente come è nata la lite in primo luogo, cosa l’ha portata, la sua storia prima della sua manifestazione effettiva.
Con questo ottiene una visione della natura della relazione, impara a conoscere se stesso e l’altro e aumenta la comprensione delle leggi della comunicazione.
Più visione ottiene così, più libero, più forte e più sicuro si sente”.
Profonda gratitudine alle illuminate/illuminanti parole di questa “Guida” e all’intelligenza del cuore che guida alla corretta armonia nelle nostre relazioni (con noi stessi e tra noi e l’altro).
Condividi su:

Ti potrebbe interessare anche:

La forza della vita

Anche quando ci buttiamo via Per rabbia o per vigliaccheria Per un amore inconsolabile Anche quando in casa il posto è più invivibile E piangi e non lo sai che cosa vuoi Credi, c’è una forza in noi, amore mio Più forte dello scintillio Di questo mondo pazzo e inutile È più forte di una […]

LEGGI TUTTO

L’Amore cura, la natura guarisce…

–  Quando anima e corpo si incontrano  – Oggi, grazie alla conoscenza, e comprensione delle 5 leggi biologiche scoperte dal Dott. R.G.Hamer, riusciamo a ricollocare il concetto di “malattia” nelle nostre vite e ad avere finalmente una visione d’insieme sulla connessione mente-corpo più ampia e precisa. Come ha dimostrato  Hamer, la “malattia” è parte di […]

LEGGI TUTTO

Onore agli Eretici

Onore agli eretici: coloro che scelgono. Cosa vuol dire? Eresia viene dal greco “airesis” e vuol dire scelta.Eretico è la persona che sceglie e in questo senso, è colui che più ama la ricerca della verità.E allora io ve lo auguro di cuorequesto coraggio dell’eresia.Vi auguro l’eresia dei fattiprima che delle parole,l’eresia della coerenza nel […]

LEGGI TUTTO

Preghiera Semplice

Preghiera Semplice attribuita a San Francesco d’Assisi    

LEGGI TUTTO

Iscriviti alla newsletter

clicca qui e controlla in spam e promozioni.

22/25 agosto - in Maremma
LIVING YOUR DESIGN EXPERIENCE
esperienziale residenziale sui 4 Tipi