Nel tuo dubbio… la risposta che cerchi

TRACCIA AUDIO IN FONDO AL TESTO ✨👇🏼✨

Salve a tutti,
dal 2 al 7 marzo il Sole ci interroga nell’Esagramma 63: la Porta del Dubbio; Dopo il Completamento.

In queste settimane dove il Sole transitando e attivando le porte del Plesso Solare (Centro delle Emozioni) ci porta a confrontarci con l’intensità delle nostre emozioni, con la nostra umanità e il senso di essere umani… nel bel mezzo di quest’esperienze emozionali tra individualità e tribalità, tra il confronto con ciò che sentiamo individualmente e i valori trasmessi dalla famiglia e dalla società  (vedi transiti precedenti)… ecco che il Programma Evolutivo ci fa cambiare frequenza e ci porta nel Centro della Testa.
Nel bel mezzo di un vortice di emozioni, emerge la Porta 63: la porta del Dubbio.

Il dubbio che si insinua da che di fresco ci siamo confrontati con quello che ci (e)muove dentro: ci sconvolge, ci turba, ci inebria, ci mostra e ci fa vivere la commedia e la tragedia della vita e poi ci catapulta nel confronto con i modelli tradizionali, con le nostre radici, con il contesto in cui siamo inseriti e che desidera da noi un certo comportamento, che esige un modo di essere, una “normalità” … e… e… in questo sballottamento di emozioni e doveri, di viscerale caos individuale e necessario ordine sociale… è ben facile rimanere confusi, spiazzati, indecisi, insicuri.
Ed è qui – nella umana confusione mentale dell’instabilità emozionale – che si partorisce il dubbio. I dubbi. Tanti dubbi.

Una mostruosa idra dalle tante teste.
Per quanto connesse ad unico il corpo; quell’unica domanda che sostiene nel profondo tutte le altre domande “umane”: CHI SONO IO?

Vi ricordate che questo Quarto in cui siamo – che parla di iniziazione mentale – è iniziato con la Porta 13: la Compagnia degli Uomini? (vedi il transito) e la tematica dell’Essere Umano. Ecco, qui nella Porta 63 c’è una svolta.
Cominciamo davvero a chiederci cosa significa essere umani. Cosa significa nella pratica.
Quali modelli, regole dobbiamo seguire per essere “umani”
Abbiamo bisogno di COMPRENDERE.
Così come nel processo incarnatorio l’anima si comincia ad ambientare nel corpo e comincia ad esplorare l’esterno per comprendere come agire, così ciclicamente noi abbiamo bisogno di ambientarci nella situazione in cui siamo e comprendere come procedere.
E il processo di comprensione umano inizia proprio col dubbio. Col farci domande.
Quell’incertezza che ci spinge a cercare risposte, soluzioni, prove, evidenze per comprendere se stiamo seguendo il giusto cammino, se ci sarà un futuro garantito per noi, la nostra famiglia, la nostra specie… o no?

Qui sento importante chiarire un punto sul ruolo del Dubbio.
Per quanto il dubbio sia mosso da incertezza e possibile irrequietezza questo non comporta necessariamente un problema o un disagio.
Il problema, il disagio – la tragedia! – nascono solo quando il dubbio si ostina a voler trovare una soluzione mentale con cui identificarsi a da cui agire. Quando il dubbio della mente insinua una conclusione logica che sembra dedurre già la risposta, la cerca forzatamente e se la dà traendo conclusioni previe.
Specie quando il dubbio pretende di dare una risposta logica razionale nel campo di assoluta irrazionalità che sono le emozioni, i sentimenti.
Non possiamo cadere nell’errore che il dubbio sia conclusivo di qualcosa.
“Siccome dubito di quella cosa, di quella persona… allora questo vuol dire che…”  Mi posso fidare? Potrò procedere in quel modo? Sarò al sicuro? O no?
“Siccome quella persona mi ha guardato in quel modo… allora questo vuol dire che…” Mi sto comportando bene? C’è qualcosa che non va in me?
“Visto che quella persona non mi risponde subito… allora forze questo significa che…” Vado bene così come sono? Si appagheranno le mie aspettative?
“Se quella persona fa quella cosa… allora io cosa dovrei fare?”
“Se quella cosa non mi va bene… allora l’altro come reagirà, cosa accadrà?”

ATTENZIONE. Come ci aiuta a comprendere la meccanica trasmessa da  Human Design il dubbio non è la fine di un processo di comprensione bensì l’inizio.
Qualcosa so già ma mi manca di comprenderla fino in fondo.
Non dubito di qualcosa che non so ma di qualcosa che non ho ben compreso, mi manca qualche dettaglio, la giusta profondità.
Non posso permettermi di tirare conclusioni logiche sulla base di un dubbio e dare qualcosa per scontato. Ne tantomeno posso affidarmi alla logica della mente: alle sue paure e ossessioni. Di sicuro non è nella mente che trovo risposte e sebbene emergano anche delle seducenti risposte logiche è opportuno ricordarmi che la logica è logica ma non è verità. La mente non è mai un’Autorità Interna affidabile con cui prendere decisioni.
La mente serve per comprendere quali sono i modelli da seguire per garantire un futuro quanto più sicuro ma l’unica vera certezza è generata dalla nostra Verità: la bio-logica, la Logica della Vita insita nel nostro bio-veicolo.
La logica è importante, così come la mente e le sue altre funzioni, ma non può essere sostituita al SENTIRE, alla connessione col proprio Sé.
Nella logica troviamo risposte che ci aiutano nella pratica a pianificare il presente per il futuro ma non troviamo le risposte che ci servono per realizzarci nella vita e che di fondo ci aiutano a rispondere alla domanda CHI SONO IO?
Le risposte che davvero ci servono nella vita, intesa non come sopravvivenza ma come Missione di Vita, non ce le può dare la mente.
Sicché è inutile, controproducente ossessionarci a cercare risposte ai dubbi. Specie se siamo sotto sequestro emozionale e siamo confusi, persi.
Ciò nonostante è importare farci delle domande, chiederci COME MAI? COSA SIGNIFICA QUESTO?
Solo il punto è lasciare che alla domanda non risponda la mente ma la nostra stessa Anima attraverso la Vita.
Come dice bene Raffaele Morelli, “farsi la domanda è fondamentale altrettanto fondamentale è NON darsi la risposta” (vedi articolo sul Blog).
Dalle oscure misteriose profondità della nostra caverna entriamo in contatto con la nostra essenza e poniamoci la domanda ma non sforziamoci di trovare risposta.
Non cerchiamo di fuggire da quel dolore, da quella malinconia, da quell’ansia, da quella depressione.
Ogni tentativo di cercare soluzioni ci imprigiona sempre di più nelle ossessioni.
Formuliamo bene la domanda che abbiamo a cuore e lasciamola andare.
Lei saprà raggiungere la Fonte e ritornerà con la risposta giusta per noi.

Quella risposta che in essenza è già il viverci quell’esperienza che stiamo vivendo.
Aperti al cambiamento. Ricettivi al nuovo, al diverso, al misterioso che ci vuole far conoscere altre parti di noi… ciò che siamo… aiutarci a comprendere CHI SONO IO E PERCHÈ SONO QUI.

Le certezze che cerchiamo non le troviamo nelle risposte ma nelle domande. Nei “ragionevoli dubbi”.
Diamoci il giusto tempo per formulare, ascoltare e amare i nostri dubbi.
Finché dubitiamo ricordiamoci che siamo vivi.
E già questa è una grande risposta!

I dubbi più che le risposte, sono quelli che ci mettono in Cammino, sono i grandi alleati della nostra Anima; ci alimentano il Ricordo di Sé.

E se proprio vogliamo delle risposte… la FIDUCIA e l’AMORE sono le risposte a Tutto.

In questi tempi di forti pressioni ad omologarci, a dissociarci, ad essere forzatamente normali o forzatamente diversi…
ricordati:

Sei Unico
Non hai scelta
Ama Te stesso.
Fidati di Te.
TU SEI LA RISPOSTA CHE CERCHI.
CERCA DENTRO DI TE!

Buoni dubbi e buone comprensioni.

Individualmente Insieme.

 

La logica è logica ma non è verità.
I dubbi più che le risposte, sono quelli che ci mettono in Cammino, sono i grandi alleati della nostra Anima; ci alimentano il Ricordo di Sé.
Nella spirale della vita, tutte le fini sono inizi.
- Porta 63, I Ching del Rave -
Just Now 3.3.23
Condividi su:

Ti potrebbe interessare anche:

TRANSITI DI CONFLITTI E CRISI

Cari Passeggeri,come vanno le vostre relazioni?Relazioni attuali e passate. Tutto chiaro? Tutto ben confuso?Per quanto ormai al tramonto di questi attuali transiti di Conflitti e Crisi, sento di condividere che in questi giorni rimangono nel campo potenziali Attriti, Conflitti, Difficoltà e Crisi nelle relazioni; in particolare innescati dal confronto con le Limitazioni. Il terreno su cui […]

LEGGI TUTTO

Transiti di consapevole uso delle proprie capacità… o no

Salve a Tutti, dal pomeriggio del 16 alla mattina del 22 settembre il Sole transita nell’Esagramma 14: la Porta delle Capacità; Grandi Possedimenti. La Terra è nell’Esagramma 8: la Porta della Contribuzione; Rimanere Insieme. I Nodi Lunari continuano a informare il campo condizionandoci a impattanti azioni costruttive o distruttive, in pace o in rabbia, in […]

LEGGI TUTTO

SAPER RICONOSCERE NOI STESSI PER POTER RICONOSCERE L’ALTRO

SAPER RICONOSCERE NOI STESSI PER POTER RICONOSCERE L’ALTRO  Cari Passeggeri,questa volta mi sento ispirato a trasmettere in modo un po’ più ‘tecnico’ del solito. Sperimentiamo…Il Sole è entrato nell’Esagramma 44 (la Porta dell’Allerta, Andare all’Incontro) e siamo quindi giunti all’ultima tappa del Quarto dei Legami/Relazioni che ci accompagna da inizi agosto. Pronti per passare tra […]

LEGGI TUTTO

Mezzo pieno o mezzo vuoto?

TRACCIA AUDIO IN FONDO AL miniTESTO  🔊 (AUDIO LUNGO!) Salve a tutti, dal 19 al 24 febbraio il Sole splende e ‘abbonda’ nell’esagramma 55: la Porta dello Spirito; Abbondanza. «L’abbondanza è strettamente una questione di spirito». Porta 55 chiave della lenta ma inesorabile mutazione (già in atto) che ufficialmente inizia nel 2027. Intelligenza emozionale. Intelligenza […]

LEGGI TUTTO

Iscriviti alla newsletter

clicca qui e controlla in spam e promozioni.