Transiti di paziente attesa per decise azioni consapevoli

Salve a tutti,
dal 3 all’8 dicembre il Sole è in transito nell’Esagramma 5: la Porta dei Ritmi Fissi; Aspettare.
In questi giorni il Programma Evolutivo ci invita a sintonizzarci con i nostri ritmi/abitudini naturali: a saper stare nel flusso.
Dove Essere nel Flusso della Vita ci è possibile solo quando seguiamo in nostri bioritmi scanditi dal nostro corpo che sono inscindibile parte della nostra unicità. Onorare il nostro bioritmo, gestire con soddisfazione il nostro tempo – difendendolo da pressanti condizionamenti esterni – significa onorare la nostra unicità, la manifestazione del nostro Spirito connesso alla Natura, al Tutto.
Siamo per tanto chiamati a sintonizzarci con i nostri ritmi naturali  in accordo ai cambiamenti in atto: ad ascoltarci (grazie al ritmo del cuore e del respiro) per sapere come agire correttamente nei confronti del cambiamento mantenendo la nostra integrità (se desideriamo che ci sia davvero un reale evolutivo progresso).
Quest’attesa di connessione con la nostra verità interiore non è certo da considerarsi una perdita di tempo e non dev’essere osteggiata dalla pressione a trovare un’immediata soluzione che spesso si traduce e riduce a mera via di fuga.
L’aspettare è uno stato attivo di consapevolezza, necessario per comprendere dove focalizzare il nostro agire in funzione di ottimizzare le nostre risorse (in primis il Tempo!), accedere alla soddisfazione e aprirci correttamente (nel rispetto del nostro bio-veicolo) all’esperienza di Vita onorando in ciò che siamo e facciamo il nostro Sì ad Essa.
Parole chiavi sono Pazienza e Perseveranza (linea 1 della Porta 5).

I transiti ci invitano ad agire con pazienza e perseveranza, in accordo al nostro naturale sentire, per chiarire i nostri veri bisogni e manifestarli in pace da uno spazio creativo di consapevolezza.
Di contro, le forze condizionanti ci spingono a reagire facendoci alterare i nostri ritmi, le nostre sane abitudini, la nostra natura: o sotto la (de)pressione dell’ansia di percepirci rifiutati, giudicati, insicuri, inadatti al cambiamento;
o per l’impulsiva rabbia di dover dimostrare di essere diversi che ci porta a giudicare/attaccare l’altro e voler apparire sicuri (di fatto tanto fumo e niente arrosto).

Domanda per mantenerci calmi e saldi in presenza: preferiamo avere ragione o essere felici?

In questi tempi, citando Ra Uru Hu, ricordiamoci che il ruolo che gioca la consapevolezza consiste nel non identificarci con nessun concetto che tenti di alterare il modello naturale.
Siamo tutti perfetti nella nostra unicità. Non siamo qui per imporci e farci imporre di cambiare ciò che siamo, né imporre all’altro di cambiare la sua natura. Ognuno evolve seguendo il suo ritmo. Ad ognuno il suo “sacro” tempo evolutivo.

Di fronte alle caotiche condizionanti forze separative siamo chiamati a rimanere fermi e disciplinati nella nostra integrità, ricettivi e pronti ad attendere l’opportuno momento per agire con fermezza in risposta alla situazione seguendo la nostra Strategia e Autorità. La vita protegge e supporta chi protegge e supporta la vita.

Nel saper attendere possiamo cogliere l’evolutiva opportunità di silenziare la mente e sentire cosa ha da dirci il nostro Sé.
A tal proposito, è fortemente consigliato passare del tempo in natura a contemplarla in silenzio; portando attenzione al respiro, al battito del cuore e ai bisogni del nostro corpo.

Buona consapevole attesa nel rispetto della propria unicità.

Individualmente Insieme.

Il ruolo che gioca la consapevolezza consiste nel non identificarci con nessun concetto che tenti di alterare il modello naturale.
- Ra Uru Hu, messaggero/fondatore di Human Design System -

In immagine la scena iniziale del film della Trilogia del Signore degli Anelli di Peter Jackson.
La battaglia di Dagorlad.
Alleati con gli umani, un numero ridotto (rispetto alle forze nemiche) ma ben disciplinato di guerrieri elfi riesce a respingere una vasta caotica orda di orchi ottimizzando le forze sapendo attendere quando, come e dove colpire.

Just Now 3.12.21
Condividi su:

Ti potrebbe interessare anche:

Transiti in poesia: le idee

TRACCIA AUDIO IN FONDO ALL’ARTICOLO  Il Sole in transito nell’Esagramma 11 (la Porta delle Idee, Pace) ci conduce in questi giorni nel magico mondo delle… IDEE Amati, questi transiti ‘illuminati’di misticismo potenziatitra Illuminazione e oscuramentoci invitano ad alzare gli occhi e abbassare il mento.Ci educano all’uso corretto della menteda tanta gente usata scorrettamente.In particolare riguardo […]

LEGGI TUTTO

Sbendare la mente per vederci chiaro

Salve a tutti, dal 5 al 10 aprile il Sole transita nell’Esagramma 51: la Porta dello Shock, il Suscitatore. Per poi passare dall’11 al 16 aprile nell’Esagramma 42: la Porta della Crescita, Aumento. Dai primi giorni di febbraio fino ai primi giorni di maggio siamo sotto il Quarto dell’Iniziazione/Mente e in questo mese in particolare […]

LEGGI TUTTO

Saper aspettare: così nasciamo e così siamo chiamati a vivere. Pazienza e Fiducia.

TRACCIA AUDIO IN FONDO AL TESTO Non sconfortarti se non conosci i numeri o i nomi… ASCOLTA E STAI CON QUELLO CHE TI RISUONA. Salve a tutti, dal 4 al 9 dicembre il Sole scandisce il ritmo nell’Esagramma 5: la Porta dei Ritmi Fissi, Aspettare. Nelle settimane precedenti (vedi ultimi transiti) siamo stati chiamati a […]

LEGGI TUTTO

ConTatto: diventare bambini (consapevoli)

TRACCIA AUDIO IN FONDO AL TESTO  🔊 Salve a tutti, dalla sera del 24 febbraio alla tarda mattinata del 1 marzo il Sole ci supporta dall’esagramma 37: la Porta dell’Amicizia; la Famiglia. Grazie al recente transito del Sole nella Porta 55 (vedi transito precedente) abbiamo accennato alla grande mutazione in atto. Una delle mutazioni più […]

LEGGI TUTTO

Iscriviti alla newsletter

clicca qui e controlla in spam e promozioni.